Home Cronaca & Attualità Nuovo assegno unico per le famiglie – dal 1 luglio le domande

Nuovo assegno unico per le famiglie – dal 1 luglio le domande

274
0

Dott. Iadevaria Andrea – Con il decreto legge n° 79 del 08/06/2021 sono stati istituti gli importi per il nuovo assegno unico alle famiglie, correlati a determinati requisiti, anche reddituali.

Riprendendo un precedente intervento ricordiamo che per adesso si tratta di una misura ponte, temporanea fino al 31/12/2021 per includere negli Assegni anche tutta una serie di categorie che in precedenza ne erano escluse.

Stante la necessità e l’urgenza di riconoscere un assegno temporaneo, gli importi, nel D.L. 79 sono stati anche maggiorati (sempre come misura temporanea) DI € 37.50 per ogni fino minore, e di 55 euro nel caso di nuclei familiari con più di due figli.

Con un messaggio apparso sul portale istituzionale dell’INPS l’istituto ha comunicato l’apertura del portale per la presentazione delle domande, che può avvenire attraverso

Il sito web dell’INPS, qualora il dichiarante sia in possesso del codice pin rilasciato dall’istituto; della carta d’identità elettronica (CIE) o dell’identità digitale (SPID)

Avvalendosi di un CAF o istituto di Patronato

Attraverso il Contact Center Inps al n° 803-164

Per presentare la domanda è necessario avere un indicatore situazione economica equivalente (ISEE) in corso di validità, in quanto i requisiti economici dei nuovi ANF sono determinati agli importi degli ISEE, secondo la tabella allegata al D.L. 79. In particolare sono previste

una soglia minima di ISEE fino a 7.000 euro, fino alla quale gli importi spettano in misura piena,

una soglia massima di ISEE pari a 50.000 euro, oltre la quale la misura non spetta.

Segnaliamo due aspetti importanti.

Il primo è che la misura dell’assegno è compatibile con il reddito di cittadinanza

La seconda è che le domande possono essere presentante entro il 31 dicembre ma, nel caso di domande presentate entro il 30/09/2021 verranno corrisposti anche gli arretrati dal 1 luglio; mentre per le domande presentate oltre il 30 settembre gli importi verranno corrisposti a partire dal mese di decorrenza della domanda