Home Politica Nasce la nuova giunta. Trojano: “Profili di qualità”. Graziuso: “Risultato della compravendita...

Nasce la nuova giunta. Trojano: “Profili di qualità”. Graziuso: “Risultato della compravendita di consiglieri”

985
0

Nasce ufficialmente la nuova giunta a sostegno del sindaco di Casoria Raffaele Bene. Ieri pomeriggio, nei locali del Vittoria Different di via Padula, il primo cittadino ha inaugurato la squadra di governo che coamministrerá la città in questi ultimi tre anni di mandato. Molti i volti nuovi che andranno a ricoprire assessorati cruciali per il futuro del comune, in stato di dissesto dallo scorso agosto ed entrato negli ultimi tempi in una profonda fase di rinnovazione e rimodulazione dei costi che conta di riparare in breve tempo le disastrate casse casoriane. Un lavoro difficile ma non impossibile per il sindaco Raffaele Bene, che oggi ha confermato i nuovi ingressi in seno alla sua giunta. Ecco l’elenco completo del nuovo organo collegiale:

•Dott.ssa Paola Ambrosio, Vicesindaco, con deleghe alle politiche ambientali, verde pubblico, arredo urbano e attività produttive
•Dott.ssa Marianna Riccardi, con deleghe alle Politiche sociali
•Avv. Giovanna Guarino, con deleghe alla Pubblica istruzione, alla Cultura ed allo Sport
•Ing. Luca Brancaccio, con deleghe ai Lavori Pubblici
•Ing. Vincenzo D’Anna, con deleghe alla Polizia Municipale, mobilità urbana e Protezione civile
•Dott. Francesco Girardi, con deleghe al Bilancio, Tributi e Patrimonio Comunale
•Dott. Antonio Rocco, con deleghe alle Risorse umane ed Affari generali.

Viva la soddisfazione del primo cittadino, avvocato Raffaele Bene, che a margine dell’evento ha dichiarato: “Una Giunta di prestigio, che senza dubbio riuscirà a conferire ulteriore entusiasmo all’attività dell’amministrazione. Auspico ai nuovi assessori un impegno produttivo”.

Parole anche da parte del consigliere di maggioranza Gennaro Trojano, che in esclusiva ai nostri microfoni ha così dichiarato: “Sono molto contento della nuova giunta appena nominata, questo segna un passo importante per il lavoro che si sta portando avanti, le figure tecniche inserite sapranno dare il giusto contributo alla città, al Sindaco, ed alla sua amministrazione nel processo di miglioramento e di risanamento dell’ente, possiamo guardare al futuro con più fiducia. Il Sindaco dopo una interlocuzione con i suoi gruppi consiliari che lo sostengono ha deciso di puntare su una giunta di qualità ed alta professionalità affidando i settori ad oguno in base alle proprie caratteristiche tecniche, posso dire che si alza continuamente l’asticella della professionalità chiamata a dare il proprio contributo alla nostra città e questo ci fa guardare al futuro con più fiducia. Ai nuovi assessori aspetta un lavoro duro ed impegnativo che sapranno svolgere nel migliore dei modi viste le loro professionalità, lavoreranno sicuramente in un clima di armonia e serenità e di rispetto dei ruoli. Auguro a tutti loro buon lavoro”.

La pensa in maniera diametralmente opposta invece il consigliere di opposizione Alessandro Graziuso, che sulle pagine del nostro giornale ha speso parole molto dure nel confronti dell’amministrazione Bene: “Una nuova giunta dopo poco più di sei mesi dalla nomina della precedente, che evidenzia una continua fermentazione tra le forze politiche che sostengono il sindaco più attente alle nomine che ai bisogni reali della città. Una giunta che non rappresenta la maggioranza politica uscita dalle urne, ma che è il risultato della ‘compravendita‘ dei consiglieri comunali che e’ stata messa in campo nei mesi precedenti, il che dovrebbe portare il sindaco Bene a rassegnare le sue dimissioni per rispetto della popolazione”.

Articolo precedenteRiceviamo e pubblichiamo. “Auguro ai nuovi Assessori un proficuo lavoro”. Ecco l’annuncio del sindaco Raffaele Bene.
Articolo successivoIl Vaccino vicino a te!
Non penso che tutti i rapporti dei servizi segreti siano scottanti. Alcuni giorni apprendo di più dal New York Times (cit.). Se esiste il diritto di cronaca esisterà anche quello di raccontare, perché un buon giornalista non è quello che scrive, ma quello che parla tacendo.