Inaugurato il 28 ottobre scorso il nuovo Centro d’Ascolto della Caritas.

Un nuovo impegno della Comunità Parrocchiale della chiesa Santa Maria Francesca delle cinque piaghe dove la collaborazione tra i giovani ed i meno giovani, “gli esperti” come simpaticamente si autodefiniscono, ha dato vita ad un bel gruppo di persone intenzionate a far rete nel quartiere per aiutare chi ha bisogno di un aiuto concreto e disinteressato.

Il centro d’ascolto sarà un sostegno oltre che spirituale anche materialmente accanto a coloro che versano in condizioni disagiate.

La RETE di QUARTIERE infatti punta a creare un banco alimentare. Questa l’Opera Segno di questo neonato centro. É giusto e condivisibile riflettere sull’essere comunità a partire dai poveri, dai più poveri, da chi è meno tutelato nei propri diritti.
“Emarginazione” e “marginalità” sono parole che richiamano l’idea dell’esistenza di un centro e di una periferia, ed è proprio nella periferia di Casoria, nel quartiere Arpino, che le le parrocchie e le rispettive comunità scendono in campo fisicamente per porsi come concrete realtà di supporto ed inclusione.

Strettamente connessi alla creazione ed al sostentamento della Caritas parrocchiale una serie di eventi che il gruppo parrocchiale organizzerà, primo tra tutti in ordine cronologico ” LA FESTA DEGLI ANGELI” che si terrà in data 31.10.2018 alle ore 18.30 presso la sala teatro della parrocchia.

Nata da un’idea di fondo di festeggiare gli angeli custodi la sera del 31 ottobre, un mondo alternativo alle macabre maschere che si vedono in giro la notte di halloween, tutti bambini sono infatti invitati a partecipare vestiti di bianco e con le ali.

Ci saranno giochi, balli, e sorprese.

All’esterno del teatro sarà preparato un piccolo buffet a cui possono collaborare tutti.

Sarà una sorta di festa per l’angelo custode alla quale tutta la comunità è chiamata a partecipare.

Un bel banco di prova per la settimana di eventi che il gruppo si prepara ad organizzare in occasione della GIORNATA mondiale dei poveri, ricorrenza che cade il 18 novembre.

Euforia e fiducia nel sostegno e nella vicinanza sia di commercianti che di cittadini accompagneranno questa nuova avventura. Riscoprire il significato di comunità e senso di appartenenza al proprio quartiere servirà anche, e non solo, a rendere migliore la nostra città.

 

 

Condividi su
  • 16
  •  
  •  
  •  
  •  
  •