Il Napoli ritorna alla vittoria ritrovando la via del gol dopo i due 0-0 consecutivi con Genk e Torino. Non è stato un gran Napoli ma ci sono stati significativi passi avanti e soprattutto la doppietta di Milik, lascia ben sperare per il futuro. Ancora decisivo Meret che sta dimostrando una grande continuità e una costante crescita. Ancelotti ha spostato Di Lorenzo sulla sinistra con Malcuit a destra, centrali Manolas e Koulibaly. A centrocampo chance per Younes e attacco Inseinge-Milik.

Mezz’ ora del solito Napoli che non riesce a pungere in attacco e rischia in più di un’occasione, con Meret che sventa su Lazovic, Pessina e Stepinski.

Ma passata la paura, il Napoli colpisce con Milik, bravo a sfruttare un assist di Fabian Ruiz mettendo la palla dentro a un metro dalla porta. Il Verona potrebbe pareggiare allo scadere ma Koulibaly salva di testa sul tentativo di Veloso.

Molto meglio gli azzurri nella ripresa, maggior controllo del pallone e del gioco e soprattutto del gol del vantaggio. Pochi rischi e secondo gol di Milik che chiude definitivamente la gara. Spezzone di gara anche per Mertens e Llorente che sfiorano il tris in due occasioni, clamoroso il palo di Mertens che poteva valere oltre al tris anche il record di Maradona. Unico rischio il tentativo del “napoletano Tutino” lanciato nella mischia da Juric che riceve tanti complimenti alla fine della gara ma che non raccoglie punti.

Durante l’intervallo premiato l’ottantenne Claudio Bandoni doppio ex che ha percorso in bicicletta Verona-Napoli come gesto di pace tra le due tifoserie.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •