Ci sarà anche l’Ordine dei Periti Industriali di Napoli tra i protagonisti del tavolo tecnico costituito sul progetto “We are Napoli”, un nuovo city brand che accompagnerà le migliori attività di promozione della città di Napoli, promosso dall’assessorato comunale al Made in Naples guidato da Alessandra Clemente. Così il presidente dell’Ordine dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati di Napoli Maurizio Sansone, che insieme con la Commissione Nazionale dell’Area Design ha delineato gli obiettivi in coerenza con le indicazioni della delibera della giunta comunale partenopea che ha dato il via libera allo studio e alla realizzazione del nuovo marchio cittadino.

“L’ordine dei Periti Industriali – ha spiegato Sansone – sarà dunque tra i protagonisti di quest’organismo tecnico organizzativo che, approfondendo  in chiave moderna il concept dell’identificazione e dell’appartenenza alla città dei suoi cittadini e dei suoi turisti, sarà chiamato a realizzare, attraverso un impegnativo lavoro amministrativo e tecnico, un brand che accompagnerà poi, rafforzandole, tutte le attività di promozione della città”.

“Sono felice che l’Ordine dei Periti Industriali di Napoli entri a far parte del Tavolo di consultazione per il Made in Naples – dichiara l’assessore Alessandra Clemente – il dialogo per lo sviluppo dell’identità della nostra città e lo sviluppo industriale e produttivo che ne deriverà, vogliamo diventi una delle strategie per la ripresa futura di Napoli”.

“Sarà anche l’occasione – sottolinea il presidente del Consiglio Nazionale dei Periti Industriali Giovanni Esposito – per far lavorare sul campo i nostri giovani e innovativi designer, professionisti esperti in un settore che peraltro attende da oltre cinquant’anni una seria e compiuta regolamentazione ma che intanto hanno trovato nell’Ordine dei Periti Industriali, un punto di riferimento imprescindibile, pronto a valorizzarne la professionalità oltre a tutelarli dal fenomeno dell’esercizio abusivo della professione”.

“We are Napoli è una grande opportunità per tutti – ha aggiunto Sansone –  non solo perché è nei fatti particolarmente utile alla città e alla sua straordinaria creatività, ma anche perché offre per la prima volta un esempio concreto e ampio di collaborazione istituzionale fra il nostro design, le competenze delle nostre categorie, e la collettività per la definizione di progetti dedicati allo sviluppo del brand design in tutti gli ambiti commerciali e istituzionali”, conclude Sansone.

Tra le iniziative in cantiere, l’organizzazione di un workshop sul tema del riuso nel design, diretto dai Designer iscritti all’Ordine in collaborazione con le università napoletane e campane del design.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •