Home Eventi Napoli. Nella Basilica dell’Annunziata viene presentato il libro “Coro poetico per la...

Napoli. Nella Basilica dell’Annunziata viene presentato il libro “Coro poetico per la pace”

144
0

12744085_10201307285241577_1019608257807174082_nNella storica quanto splendida location della Sala Succorpo del Complesso Monumentale della Basilica dell’Annunziata, il 26 febbraio, la IOD Edizioni, in collaborazione con Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura, Associazione “Lidia Menapace – Culture e Memorie “, Associazione Libera ha presentato il libro “Coro Poetico per la Pace”. Questa straordinaria silloge è effettivamente un coro di voci che, all’unisono, esprimono il proprio sdegno di fronte alla sofferenza dei migranti, costretti a lasciare la terra natia e accolti spesso con indifferenza o addirittura con disprezzo. Il corpicino senza vita del piccolo Aylan è stata la scintilla che ha innescato nell’animo dei poeti, uomini e donne, un incendio di versi, di liriche, di riflessioni, confluite in quest’antologia. Dalla mente creativa e dal cuore sensibile di Lia Manzi, poeta e docente, è nata l’idea di una cordata simbolica che attestasse una testimonianza di amore e di solidarietà; la IOD, nelle persone di Pasquale e Francesco Testa, hanno accolto con entusiasmo l’idea e l’hanno tradotta in progetto editoriale. Il CORO POETICO PER LA PACE ha trovato in Raffaela Danzica  la mano che ha curato, con amore materno e indubbio acume, l’antologia. Angela Baldi, Alberto Barra, Fernanda Belotti, Katia Bovani, Vittoria Caso, Raffaela Danzica, Antonio De Gennaro, Pino De Stasio, Nunzio Faucio, Catia Ferrara, Adele Grassito, Dolores Guardiano, Viviana Hutter, Adriana La Volpe, Lia Manzi, Erika Nardi, Lory Nugnes, Lina Sanniti, Davide Stigliani, Ciro Tremolaterra, Mario Volpe sono le voci del coro. Non tutti, purtroppo, hanno partecipato fisicamente all’evento ma le poesie degli assenti sono state ugualmente declamate magistralmente da Mariella Russo-Capri e da Tiziana Nasta.  Al tavolo della presidenza, assieme a Raffaela Danzica, in veste di padrona di casa, Lina Sanniti, che ha coordinato con eleganza l’evento; interessanti gli interventi di Felix Adado,  mediatore culturale; Teresa Capparelli, Psicologa junior e  autrice della prefazione; Angelica Romano, ricercatrice presso archivio di Pace e Diritti Umani; Pasquale Testa, Direttore editoriale, sempre in prima linea  a sostegno della cultura. Parole chiave, esplicative e sintetiche del pensiero di tutti i poeti: pace, amore, accoglienza; bisogni da tradurre in fatti, in operatività, in quotidiano dialogo tra culture diverse, memori che la diversità è una ricchezza, cui attingere con coraggio, senza tirarsi indietro, senza paura. I versi hanno celebrato i valori legati alla persona, al rispetto, all’alterità, all’insegna di un neoumanesimo poetico.  Le luci suggestive e tremule assieme al chiaroscuro degli archi, hanno stretto in un abbraccio i presenti; l’emozione era palpabile sia durante la declamazione dei versi, sia durante gli intermezzi musicali del flauto magico del M° Mauro Bibbò.  Parte degli introiti delle vendite del libro “Coro Poetico per la Pace”saranno devoluti ad Amnesty International per la causa dei rifugiati.
Con orgoglio dico: sono anch’io una voce del coro.