Home Sport Napoli, in Olanda per confermarsi in Europa

Napoli, in Olanda per confermarsi in Europa

158
0

Si vola ad Amsterdam. Nemmeno il tempo di godersi la vittoria contro il Toro che c’è l’Ajax subito lungo il cammino azzurro. Il Napoli non si ferma, è brillante, continua inarrestabile a vincere ma soprattutto a convincere. Al di là della sorprendevole alta caratura svelatasi anzitempo, della squadra partenopea impressiona considerare i margini di miglioramento che coinvolgeranno molti dei giovani talenti a disposizione. Non a caso, pur da primi sia in campionato sia in coppa, Spalletti ha tenuto a ribadire più volte che i suoi ragazzi hanno da decidere se diventare grandi calciatori. Il potenziale c’è tutto. 

Se si dà un’occhiata all’avversario, non è complicato comprendere che per i lancieri ci sono stati tempi migliori. L’Ajax non vince dal 10 settembre scorso; ha perso il primo posto in Eredivisie, e sabato non è riuscita ad andare oltre l’1-1 contro il modesto Go Ahead Eagles. Il mix di giovani prodotti dal vivaio e di calciatori trentenni per ora non ha sortito gli effetti di sempre in casa olandese. 

I PRECEDENTI tra Napoli e Ajax sono due (ottavi di finale della Coppa delle Fiere 1970).

– 12 dicembre 1969, Napoli-Ajax 1-0 (Minervini)

– 21 gennaio 1970, Ajax-Napoli 4-0 d.t.s. (Swart e tripletta di Suurendonk).

Oltre all’Ajax, il Napoli ha affrontato altre 4 squadre olandesi: Utrecht, PSV, Feyernoord, AZ Alkmaar. Nelle dieci partite giocate il ruolino di marcia è di 2 vittorie (entrambe in casa), 3 pareggi e 5 sconfitte.

PROBABILI FORMAZIONI –

AJAX (4-3-3): Paaveer; Rensch, Timber, Bassey, Blind; Alvarez, Berghuis, Taylor; Tadic, Kudus, Bergwjin. Allenatore: Alfred Schreuder.

Ballottaggio: Alvarez-Grillitsch 55%-45%, Bergwjin-Ocampos 60%-40%.

Indisponibili: Kaplan, Sanchez.

Squalificati: nessuno.

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrhamani, Kim, M.Olivera; Lobotka, Anguissa; Lozano, Zielinski, Kvaratskhelia; Simeone. Allenatore: Luciano Spalletti.

Ballottaggio: M.Olivera- Mario Rui 55%-45%, Simeone-Raspadori 60%-40%.

Indisponibili: Demme, Osimhen.

Squalificati: nessuno.

L’arbitro designato è il signor Francois Letexier, classe 1988, di nazionalità francese.

Guardalinee: Mugnier-Rahmouni; IV Uomo: Stinat; VAR: Kwiatkowski, AVAR: Millot.

Articolo precedenteArte, Stefania Ianniello porta l’arte in teatro
Articolo successivoVisite guidate gratuite alle Terme Romane di Via Terracina