Home Cronaca & Attualità Napoli. Gli allievi della Nunziatella giurano davanti a una blindata piazza Plebiscito

Napoli. Gli allievi della Nunziatella giurano davanti a una blindata piazza Plebiscito

151
0

giuramento della nunziatellaSabato mattina gli allievi del 228° Corso della Scuola Militare Nunziatella, hanno prestato giuramento alla repubblica italiana, nello stupendo scenario che solo piazza Plebiscito sa offrire. Ad assistere l’evento, c’erano i massimi vertici della Difesa e dell’Esercito e naturalmente il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris. A inaugurare l’evento ci ha pensato il ministro della Difesa Roberta Pinotti, esprimendosi così: “Il panico non deve prendere il sopravvento, perché dobbiamo continuare a vivere come facciamo a tuttora e lo Stato ci tuteli purché non accadano episodi tragici come quelli di Parigi. Quanto accaduto in Francia non ci sono giustificazioni, di fronte a tanto male che si cela in un fondamentalismo che è lontano parente rispetto alla religione islamica”. Durante la cerimonia sono stati rammentati coloro a cui è stata tolta la vita barbaramente negli attentati di Parigi e del Mali, nel quale un gruppo di ex allievi della Scuola Militare Nunziatella ha sfilato al termine della cerimonia, esponendo la bandiera francese e uno striscione con la scritta: “Liberté, Egalité e Fraternité”. Gesto che è stato enormemente apprezzato, dal consigliere del ministro della Difesa, il colonnello Gianfranco Paglia: “Si è trattato semplicemente di un gesto per esprimere vicinanza e solidarietà al popolo francese. Sono fiero di aver partecipato a questo giuramento, il quale significa molto, a maggior ragione di quanto sta avvenendo in Europa. Coloro che hanno giurato quest’oggi, sono la parte più bella della nostra nazione e a nome del Gruppo Medaglie D’Oro, voglio sin da ora ringraziarli per quello che faranno e per come lo faranno. Per un soldato ciò che conta e a cui deve badare, è che serva il Paese fino in fondo con lealtà e onore”. Al margine della cerimonia, il sindaco De Magistris ha avuto modo di confrontarsi col ministro Pinotti, per quanto concerne il piano di riqualificazione del Monte Echia, su come la Nunziatella punti sui giovani e su come integrare le forze armate col territorio partenopeo. Ecco quanto dichiarato dal sindaco: “La Nunziatella rientra nella storia della nostra città e noi con atti amministrativi storici non solo abbiamo deciso di lasciare la Nunziatella a Napoli, ma addirittura ampliarla nel suo luogo storico. Grazie ai nuovi spazi ottenuti in compartecipazione con l’agenzia del demanio e il ministero della Difesa, la Scuola Militare Nunziatella diverrà uno dei luoghi culturali della nostra città. Una scuola che lavora costantemente sui giovani con lo scopo di plasmarli e trasformarli in veri soldati”.

Articolo precedenteAssociazione Evento Moda: una sfilata per aiutare la piccola Vittoria
Articolo successivoCaivano. Nascondevano la droga in casa, in manette nonna e nipote
vive a Casoria, 22 anni, laureando in scienze dell'Amministrazione e dell'Organizzazione nella facoltà di Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Ha sempre amato scrivere per quanto concerne il calcio, scrivendo già per un giornale online e per “il giornale di Casoria” da novembre 2013 a marzo 2014. Il calcio è una passione che coltiva sin da piccolo.