Home Senza categoria Napoli. Agguato nella notte : feriti due ragazzi di 19 e...

Napoli. Agguato nella notte : feriti due ragazzi di 19 e 24 anni

149
0

Napoli-634x396 (1)NAPOLI – E’ tutta da chiarire la dinamica dell’agguato avvenuto ieri notte tra Arzano e Napoli, nel quale due persone  sono rimaste ferite a colpi di arma da fuoco la scorsa notte in due distinti episodi verificatisi ad Arzano e a Napoli. Il ferito più grave, ricoverato in prognosi riservata, è Antonio Siesto, 19 anni, che ha riportato la perforazione di un polmone. Il ragazzo ha riferito agli investigatori di trovarsi intorno alle 22 ad Arzano (Napoli), in via Galileo Galilei, alla guida della sua autovettura, una Ford Focus station vagon, ed era in compagnia di un amico, A. G., noto alle forze dell’ordine per piccoli precedenti penali. I due percorrevano via Galileo Galiei, ad Arzano, quando sono stati avvicinati da uno scooter di grossa cilindrata con a bordo due uomini, il volto coperto dai caschi integrali, che hanno tentato di rapinare il giovane alla guida, ma di fronte al rifiuto di quest’ultimo di consegnare tutto ciò che aveva gli hanno sparato al torace. Siesto non è pregiudicato ma ha a suo carico una denuncia per possesso di oggetti atti a offendere. Il suo amico è stato denunciato in stato di libertà per favoreggiamento, avendo fornito versioni discordanti agli agenti.  A distanza di circa mezz’ora, un altro agguato si è consumato nella zona di Poggioreale, intorno alle 23:45. Questa volta, protagonista dell’accaduto è un giovane di 24 anni, A. S. con denunce per furto e guida senza patente, ricoverato all’ospedale Loreto Mare di Napoli con un foro d’arma fuoco alla gamba destra che gli ha provocato la frattura composta del femore destra. Secondo il suo racconto, era in sella al suo scooter e percorreva via Stadera a Napoli quando è stato avvicinato da un altro scooter con in sella due persone con il volto coperto dal casco e armate di pistola che hanno fatto fuoco contro di lui. La vittima non è stata in grado di indicare né la targa né il modello dello scooter degli aggressori. E anche in questo caso non sono state trovate sul luogo indicato tracce dell’agguato. Sono in corso indagini e la polizia non esclude che possa esserci un collegamento tra i due episodi.

 

 

Articolo precedenteCasavatore. Parla il sindaco Sannino: “continuerò a dare il mio contributo alla città”
Articolo successivo«I am woman». Il messaggio della mostra di venerdì 12 al museo CAM
Nato a Napoli nel 1989, ha lavorato nel mondo della moda dall’età di 18 anni, sfilando con molti brand nazionali e non. Abbandonato il mondo della moda per continuare gli studi, si è Laureato in Relazioni Internazionali e Diplomatiche. Appassionato di politica internazionale, economia, sport e fotografia, decide di aprire un blog: www.raffaeledelmondo.com, per condividere il suo amore per la moda e l’healthy food.