Home Eventi Napoli, 5 ottobre, ore 17:00  Presentazione del volume “Dall’Ercole al Corsiero”

Napoli, 5 ottobre, ore 17:00  Presentazione del volume “Dall’Ercole al Corsiero”

200
0

Idee per una ridefinizione scientifica e artistica dell’identità visuale calcistica partenopea

di Claudio Roberti e Giuseppe De Salvin la Valle del Tempo Edizioni, 2022.

Durante la giornata del 5 ottobre 2022 alle ore 17:00 si è svolto un evento organizzato in collaborazione con il Comune di Napoli presso Sala di Stefano – P.A.N ( Palazzo delle Arti Napoli )- Via dei Mille, 60. L’evento è stato introdotto e moderato da Maurizio Vitiello, Sociologo e critico d’arte e discusso da Mimmo Condurro, Sociologo e Presidente ANS Dipartimento Campania e Mario Rovinello, Editore de “ La Valle del Tempo” . In tale evento è stato presentato il libro “ Dall’Ercole al Corsiero”, Idee per una ridefinizione scientifica e artistica dell’identità visuale calcistica partenopea redatto dal Prof. Claudio Roberti e Giuseppe De Salvin, pubblicato presso la Casa Editrice “La Valle del Tempo”. Claudio Roberti ( Napoli 1954)  è sociologo delle disabilità e Consigliere alla Pari, afferente freelance al Servizio Accoglienza Studenti Disabili dell’ ”Ateneo Federiciano” di Napoli ( SInAPSi ). Relatore in conferenze, corsi e dibattiti presso varie ONG. Inoltre è autore di studi e di molti articoli di taglio tematico ed anche referente come tutor di persone con disabilità.  Attualmente è dirigente presso l’A.N.S, Associazione Nazionale dei Sociologi, con incarichi di profilo cittadino, regionale e nazionale. Giuseppe De Salvin ( Napoli 1986 ) è dottore magistrale in Comunicazione Pubblica, Politica e Sociale laureandosi a pieni voti presso la Facoltà di Sociologia dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Infine è co-autore insieme al Prof. Luigi Caramiello del libro dal titolo L’Energia Politica. La vicenda del nucleare civile nel Bel Paese. Il volume 
tratta di tematiche di portata antropologico, culturale, storica, sociologica ed economica in relazione alla città di Napoli e allo sport. La versione definitiva del libro presenta la prefazione del Presidente del Dipartimento Campania A.N.S. e Consigliere  Nazionale, Domenico Condurro e con la postfazione dello storico e critico d’arte, Maurizio Vitiello, componente della Giunta Esecutiva A.N.S. Dipartimento Campania. I relatori dell’evento si sono soffermati soprattutto sulla città partenopea affermando che è possibile andare oltre la rappresentazione odierna dello stemma della squadra di calcio, stemma che non rappresenta la città in quanto povero di riferimenti culturali. L’obiettivo dei relatori è quindi quello di esaltare la città di Napoli, luogo di splendore e bellezza in campo artistico e culturale. Coloro che hanno partecipato  all’evento, i cosiddetti interlocutori hanno prestato molta attenzione riguardante l’argomento trattato dai relatori ponendo a loro anche delle domande. Infatti è stato creato un dibattito sul tema dell’identità e discriminazione , temi che in questo periodo storico sono molto trattati. La discriminazione legata soprattutto alla città di Napoli ma in particolare a noi napoletani, un popolo detestato dalle altre regioni ed è per tale motivo che Napoli nonostante sia una città ricca di monumenti e cultura viene considerata come una città maltrattata e vessata. 

Articolo precedenteCampionato Italiano di Motonautica 2022
Articolo successivoCasoria, in servizio cinque nuovi vigili urbani
Napoletano, neo diplomato in maturità scientifica a pieni voti, che ha delle grandi passioni ovvero diventare un bravo giornalista e un vero scrittore. Già da piccolo ero affascinato dal mondo della letteratura e dagli scritti classici, che hanno arricchito la mia conoscenza e la consapevolezza di continuare a scrivere per essere una persona migliore e riuscire così a combattere e sconfiggere i propri demoni. Per comunicare, descrivere emozioni e condividere esperienze lo scrivere è il mezzo perfetto per raggiungere questi obiettivi.