Dall’entusiasmo di giovani professionisti campani,  animati dal desiderio di mettere al servizio del pubblico le proprie competenze nelle diverse branche culturali attraverso mostre, progetti sia didattici che sociali, e particolari proposte di tour  ed esperienze nasce Na’Man Associazione culturale.  Una nuova realtà che s’innesta nell’offerta di fruizione del patrimonio artistico culturale nella nostra regione.

Da quanto si apprende dal sito web www.na-man.it l’associazione si fregia di un ventaglio di offerte di tour ed esperienze adatti a tutti i gusti e le richieste sia per turisti che per gli stessi Campani. Partendo da “Spaccanapoli” sino ad arrivare ad escursioni in barca per ammirare da una prospettiva diversa “Napoli dal Mare”, passando per la costiera Amalfitana, e le isole del nostro splendido territorio.

Incontrando i fondatori, e scambiando con loro due chiacchiere, ci confessano quali sono i pilastri sui quali hanno voluto costruire l’associazione.

“Traduciamo innanzitutto NA’ MAN, dal napoletano significa una mano, ma contemporaneamente indica il Napoletano ( uomo di Napoli).

Una mano, intesa come un aiuto, è quello che spesso si cerca prima di pianificare
un viaggio o quando il viaggio è iniziato ma vogliamo aggiungere
qualche emozione al nostro soggiorno.

 L’amore per le nostre radici, per la nostra terra, ci porta a dar vita ad una serie di  iniziative  sempre strutturate in modo tale da contenere una valenza e ad una ricaduta culturale su un ambito più vasto di quello del luogo di origine, senza per questo trascurare, spesso rimarcandoli e rendendoli ironici,  i più famosi luoghi comuni il che proietta il turista  in una realtà del tutto inaspettata.

Fornire a chi viene a Napoli, col lo spirito di benventi al Sud, dei punti di vista e degli elementi nuovi sui quali riflettere senza però far mancare l’aspetto culturale dell’esperienza fornita, questa la nostra mission.”

La dichiarazione dei portavoce dell’associazione lancia un messaggio chiaro: Essere napoletani è difficile, bisogna aver a che fare con un quantitativo di stereotipi non indifferente, ma Napoli ed il Sud sono tanto tanto altro.

 

 

Condividi su
  • 80
  •  
  •  
  •  
  •  
  •