Home Senza categoria E’ morto Gianroberto Casaleggio, co-fondatore del M5S. Dario Fo: “Perdita gigantesca per...

E’ morto Gianroberto Casaleggio, co-fondatore del M5S. Dario Fo: “Perdita gigantesca per il Movimento”

79
0

casaleggiodeu-U200433593701RhG--673x320@IlSecoloXIXWEBDopo una lunga malattia che l’aveva costretto anche ad un intervento alla testa nell’aprile del 2014, è morto questa notte l’imprenditore e politico Gianroberto Casaleggio, co-fondatore con Beppe Grillo del Movimento 5 Stelle. Nato a Milano, avrebbe compiuto 62 anni ad agosto. La notizia è stata annunciata ai parlamentari 5 Stelle da Roberto Fico. I funerali, scrive Beppe Grillo in un tweet, si svolgeranno giovedì e la camera ardente sarà allestita presso una delle sedi dell’istituto Auxologico di Milano, quella di via Mosè Bianchi. Gianroberto era il numero uno della Casaleggio Associati, società che si occupa di consulenze e di prodotti per il web. Dal 2005 collaborava alla stesura dei testi e alla gestione del blog di Beppe Grillo. Proprio sul blog del Movimento si legge: “Gianroberto ha lottato fino all’ultimo”. Di recente, si erano moltiplicate le voci sul suo addio alla politica e sulle intenzioni di abdicare in favore del figlio Davide, che da tempo gestisce la Casaleggio Associati e tiene le chiavi del blog di Grillo, l’unica vera macchina del consenso; che dal 2009 si occupa dei meetup e prende decisioni politiche anche importanti. Tuttavia, sempre sul blog del M5S, Casaleggio aveva smentito il pretestuoso e continuo chiacchiericcio: “Io non mollo e continuerò a battermi insieme a milioni di italiani onesti fino al successo del Movimento che ho contribuito a fondare. Chi sperava il contrario può mettersi l’anima in pace”. In una delle sue ultime interviste aveva riassunto quelli che considerava i cardini del suo impegno politico: “Innovazione, istruzione, eliminazione della corruzione, diminuzione del livello di tassazione contemporaneamente a una seria lotta all’evasione, etica”.

Articolo precedenteTra Aversa e Frattese tutto da rifare. Si fa male l’arbitro ora si aspetta la decisione della Lega
Articolo successivoCaivano. Spaccio di cocaina, arrestata una 29enne del luogo
Giovane redattrice e membro della Croce Rossa Italiana. Appassionata di lettura, teatro e jazz, nel corso dei miei studi universitari alla Facoltà di Giurisprudenza ho, altresì, maturato uno specifico interesse per il tema dei diritti umani. Scrivo con lo sguardo rivolto, sempre, allo scenario internazionale. Legata alla figura autorevole di Oriana Fallaci, sprone ed esempio di coraggio, ho abbracciato un suo pensiero: “Se sono brava non lo so, lavoro duro, lavoro bene. Ho dignità. Ho una vita per dimostrarlo”.