Molestie sessuali ieri a Casoria in via Giacinto Gigante. Una  minorenne è stata palpeggiata fugacemente dal suo stesso vicino di casa mentre si recava al centro Samsung.

I fatti sono accaduti intorno alle 8.15 del mattino: la ragazzina si trovava nei pressi del centro, tra l’altro vicino casa sua, quando improvvisamente è stata avvicinata da una persona che lei stessa conosceva.

L’uomo con fare fugace, le ha palpeggiato il seno per poi fuggire via. A quel punto la giovane basita gli ha inveito contro, suscitando le attenzioni dei passanti.

Come denunciato dallo stesso padre della vittima, il primo a soccorrere la minore è stato il titolare dell’esercizio il quale ha inseguito il “molestatore”, lo ha bloccato e gli ha chiesto spiegazioni che ovviamente non forniva.

In seguito, insospettito dalle urla, è intervenuto il padre al quale il “palpeggiatore” ha ammesso i fatti asserendo che si trattava di un problema “datogli da Dio”.

Intervenuti i carabinieri sul posto, il genitore ha subito sporto denuncia nei confronti del suo vicino alla locale Stazione di Arpino, Casoria; il papà della ragazza ora teme per l’incolumità di sua figlia e di altre persone del quartiere e ha chiesto un “immediato intervento al fine di poter ottenere le giuste cautele”.

Condividi su
  • 294
  •  
  •  
  •  
  •