Solo ieri salutavamo con piacere la decisione di spostare da via Calvanese a via Michelangelo il mercato rionale, anche sulla scorta delle proteste di tanti residenti che lamentavano l’inadeguatezza dell’aera ad ospitare gli espositori, ma l’esordio della nuova ubicazione sembra essere partita col piede sbagliato.

Nella giornata di ieri, ci ricordava il consigliere Sossio Salma, il sindaco aveva previsto  lo spostamento in via Michelangelo del mercato, a quanto pare senza particolari autorizzazioni come testimonierebbe il fatto che gli espositori si sono recati sul posto ma, in mancanza di un piano o un provvedimento che chiarisse le designazioni, non hanno potuto “esporre” subito la merce.

Ovviamente ciò ha causato incolonnamenti dei mezzi e confusione con immaginabili disagi per tutti.

Lo stesso Salma, ricorda che in zona non va trascurata la presenza della stazione di Carabinieri, del Giudice di Pace e della villa comunale, col rischio che il venerdì l’area possa letteralmente bloccarsi a causa delle auto parcheggiate; in ultima istanza il consigliere ci confida le sue preoccupazioni sul piano della sicurezza, dato che a breve inizieranno i lavori necessari ad ospitare nel Palacasoria le Universiadi ed è arduo pensare ad un’interruzione delle opere il venerdì, giorno di mercato.

Abbiamo ascoltato anche altri cittadini che si interrogano sull’adeguatezza della zona la quale, a loro dire, potrebbe trasformarsi in un “imbuto” rischioso in caso si problemi o emergenze.

In verità avevamo anticipato inevitabili complicazioni legati al “rodaggio” della nuova ubicazione, anche perché il tutto è avvenuto probabilmente senza la dovuta programmazione e, quindi, nell’impossibilità di adeguare le strutture (parcheggi, servizi igienici).

Resta da capire se le problematiche evidenziate siano solo transeunti o strutturali, ma immaginiamo che la risposta non tarderà a manifestarsi.

D’altro canto, l’assessore Ricciardi ha ribadito:” Quella di stamattina era solo una prova per coordinare il tutto e non il vero mercato che ci sarà comunque in tempi brevi- aggiunge- abbiamo avuto una forte collaborazione da parte dei commercianti e la prova generale è riuscita abbastanza bene. Inoltre- conclude- il mercato di Via Calvanese andava comunque chiuso dato che, da quello che abbiamo rilevato, l’ordinanza di vent’anni fa che lo autorizzava, non lo concedeva su quella strada, ma per le traverse adiacenti! Comunque promettiamo la risoluzione della vicenda in tempi brevi riducendo per quanto possibile, ogni disagio per i casoriani”.

Condividi su
  • 19
  •  
  •  
  •  
  •