Home Senza categoria Mensa dei poveri a Casoria: cena di beneficenza a sostegno del progetto

Mensa dei poveri a Casoria: cena di beneficenza a sostegno del progetto

86
0

12279201_10207584452152282_3495249569365867867_nRefettorio gratuito in cantiere a Casoria. Per far fronte all’urgenza povertà del territorio, il movimento ‘Pan di Giovani’, intende supportare la realizzazione della prima mensa della carità nella parrocchia Sant’Antonio Abate di Casoria.

A tal fine sarà organizzata il giorno 12 dicembre 2015, una cena di beneficenza, atta a finanziare i lavori di apertura della prima mensa dei poveri. In sinergia di intenti con il Parroco di S. Antonio Abate, si cercherà di agevolare un progetto sociale, prima che ecclesiale, così da andare incontro ai più bisognosi non solo assicurando loro cibo, ma soprattutto calore e condivisione umana.

L’apertura della mensa sociale, prevista per il nuovo anno, richiede intanto fondi ed organizzazione, così da garantire ai cittadini meno abbienti di Casoria, un pasto giornaliero. L’idea è quella di assicurare il cibo a tutti, realizzando un refettorio dove eccellenza e generosità camminano di pari passo.

La serata a sfondo benefico prevederà la presentazione del progetto sopracitato. I partecipanti alla kermesse della solidarietà, che si terrà presso il locale ‘Disco Club Eventi’ in Via Michelangelo, Casoria, saranno allietati durante la cena, da momenti di spettacolo a cura dell’Associazione musicale ‘Estri Armonici’. Alla charity’s dinner, seguirà un momento dedicato ai più giovani con musica e cocktail. L’intento è di riunire i cittadini dell’area a Nord di Napoli, così da indurre tutti alla consapevolezza dell’emergenza povertà.

Grazie a Don Marco Liardo, la chiesa di S. Antonio Abate, si appresta dunque a progettare una mensa per i poveri, seguendo le linee programmatiche della Caritas Diocesana. Il percorso di elaborazione di questa idea è durato all’incirca due anni. Ora, con l’aiuto di tutti, il progetto potrebbe prendere forma più facilmente.

Articolo precedenteFrattamaggiore. Estorsione e tangente a due imprenditori edili, 4 arresti
Articolo successivo“Notte d’Arte 2015, la cultura della pace”: la notte bianca al centro storico di Napoli
Da insegnante e redattrice insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.