pastoUn’idea senz’altro originale quella del giovane chef Antonio Ippolito per il suo locale napoletano: mangia e bevi ciò che vuoi e decidi tu quanto pagare! Un’iniziativa che ha suscitato grande curiosità e che sembra destinata a un grande successo. La Ippo’s Kitchen da Gennaio 2016 ha una nuova casa, La Rotonda Belvedere in Via di Pozzuoli a Bagnoli ed è qui che si svolgerà l’originale proposta. In particolare, tutti i venerdì di febbraio sarà possibile prenotare il proprio tavolo, ordinare le varie prelibatezze della cucina partenopea – dagli antipasti, ai gustosi panini e ai piatti di pesce – ed alla fine sarà il cliente a decidere quanto pagare ciò che ha consumato. Come? In base al gradimento dei piatti gustati, alla qualità del servizio ricevuto, al locale e a tanti altri fattori, spiega lo chef Ippolito. Inoltre, tutti i clienti che prenoteranno un tavolo il venerdì usufruendo, quindi, di questa offerta, riceveranno anche uno sconto del 20% per la volta successiva.
Come afferma lo chef, il progetto è stato accolto con entusiasmo dai gestori del locale e sembrerebbe essere pronto a decollare. A chi gli ha chiesto se questa idea non fosse rischiosa in termini di guadagno lo chef Ippolito ha risposto: “Non ho paura, nè ho il timore che qualcuno vada via senza aver pagato. Conosco la bontà dei prodotti che utilizziamo e mi fido ciecamente del mio cliente. In effetti, se ci pensate il ristorante è la mia casa e voi tutti siete sempre i miei ospiti benvenuti. Spero di dare sempre accoglienza e familiarità, facendovi vivere un’esperienza che non si fermi solo a quella gustativa“.
Si evince che il giovane chef svolge il proprio lavoro con impegno, passione e dedizione, muovendosi alla ricerca di idee sempre nuove e stimolanti. Queste le sue parole in merito: “La passione dovrebbe essere alla base di ogni cosa, ed io vivo di passione svolgendo ogni giorno quello che mi piace fare di più: cucinare e confrontarmi con i miei clienti. Sono felice perché per una volta potremo dimostrare che ci si può fidare degli altri, perché di noi napoletani nessuno si fida e se non iniziamo a farlo tra di noi, non lo farà nessun altro. Io darò il meglio di me stesso e sarete voi a decidere quanto vale tutto ciò“.

Condividi su
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •