Home Cronaca & Attualità Lord Up, un luogo di ritrovo per tutte le età, un’oasi felice...

Lord Up, un luogo di ritrovo per tutte le età, un’oasi felice nel deserto del territorio casoriano.

504
0

Negli ultimi anni, i tanti programmi televisivi e i canali a tema sul food, hanno aperto nuove frontiere nel campo dell’arte culinaria.

La nostra città non è mai stata ricca di locali dove poter passare una serata insieme agli amici, tante classiche pizzerie e piccoli punti dove poter comprare cibo da asporto, ma non posti di aggregazione dove riunirsi anche solo per sorseggiare una bevanda e chiacchierare.

Qualche anno fa, una felice intuizione di due imprenditori casoriani Peppe Antonucci e Umberto Esposito, ha dato i natali al Lord Up. Un English pub con i controfiocchi, dove la scelta dello stile, dei materiali, la cura dei dettagli e dell’organizzazione unite alla grande qualità dei prodotti, hanno creato un posto dove trascorrere ore piacevoli dimenticando lo stress della giornata; a completare l’opera la grande professionalità e cortesia con le quali i clienti vengono accolti e seguiti, praticamente coccolati.

Umberto e Peppe guidano uno staff eterogeneo e affiatato composto da Alessandro, Genny, Flavia e Carmen che ne formano lo zoccolo duro più alcuni validi elementi, che rinforzano la squadra durante il weekend: insieme, lavorano affinché il Lord Up sia sempre più un punto di riferimento culinario per Casoria. Altro elemento fondamentale per la riuscita di questo ambizioso progetto è Carlo Uggiano, anch’esso socio e responsabile di tutta lo sviluppo del marketing, cosa fondamentale in questi anni di comunicazione social.

Una grande varietà di piatti, originali, ben cucinati e serviti in modo impeccabile accontentano la clientela di ogni età.

Le serate live del Venerdì con ingresso free, sono diventate in poco tempo un appuntamento da non perdere, ne è conferma la quasi totalità dei sold out registrate in questi anni.

Anche chi non riesce a cenare, può comunque accomodarsi al bancone per gustare una buona birra al ritmo della band di turno.

Davanti ad una birra fresca e una delle tante specialità offerte dal Lord Up, abbiamo fatto una piacevole ed interessante chiacchierata con Umberto e Peppe:

* Come è nata l’idea di mettere su una bella realtà come questa in una terra da sempre arida verso la ristorazione di questo tipo?

Tutto nasce dalla voglia, soprattutto nostra, di avere un posto dove trascorrere del tempo in compagnia degli amici e della famiglia rilassandosi dopo lo stress di una giornata di lavoro. Abbiamo immaginato tutto ciò anche per i nostri clienti. E’ stato facile capirsi con Umberto, dal lancio dell’idea nell’Estate del 2014 alla realizzazione il passo è stato breve. Dal progetto alla ricerca dei professionisti e dei materiali passando dalla creazione dello stile e la scelta del marchio fino all’inaugurazione a Marzo del 2015. E’ stato facile avere coraggio, perché ci abbiamo messo passione, una passione che ci ha fatto curare tutto nei minimi particolari, pianificando e programmando ogni cosa affinché il sogno diventasse realtà.

* La città vi conosce sotto altre vesti, come mai avete scelto di lanciarvi in questa “avventura” se così la possiamo definire.

Se pensiamo alla città di Casoria e a al suo stato attuale, definirla avventura può avere senso, ma abbiamo fatto tutto con passione, come dicevamo prima. Quando c’è la passione, le cose vengono meglio, certo non è stato facile, non abbiamo fatto tutto ciò pensando al guadagno, e abbiamo investito tutti i ricavi per delineare e migliorare sempre più la nostra idea di ristorazione. Per quanto mi riguarda, sottolinea Peppe, questo è il lavoro ideale, il lavoro che mi completa e che mi fa sentire in pace con me stesso. Quello che vedi adesso è quello che avevo immaginato all’inizio, posto, stile, cucina, personale…. il cosiddetto sogno diventato realtà.

Una dichiarazione d’amore per il proprio lavoro, che rivela i motivi per il quale il Lord Up è diventato in poco tempo un posto in cui si torna con piacere (ndr)

* Qual è stata la risposta della città? La clientela è del posto o arrivano anche da fuori?

Abbiamo ricevuto una buona risposta dalla città, ma tanti dei nostri clienti arrivano da fuori e questo è motivo di grande soddisfazione per chi fa questo mestiere. Noi facciamo parte di quella generazione che per passare una serata con gli amici doveva spostarsi in altre città, sapere che tante persone oggi fanno il percorso inverso ci riempie d’orgoglio e ci dà ancora più carica.

* Come avete fatto a far diventare il Lord Up, un punto di ritrovo per più generazioni. Qui possiamo trovare adolescenti con i genitori, gruppi di teenagers, giovani e adulti.

Questo è merito di un mix di elementi, come in un piatto gli ingredienti vanno mixati nel modo corretto. Noi abbiamo avuto la fortuna e la capacità di avere uno staff giovane, competente con la giusta motivazione, umile e senza l’arroganza molto in auge negli ultimi tempi, che è entrato in perfetta simbiosi con noi, cosa che ha contribuito a facilitare il percorso verso l’obiettivo prefissato. Inoltre lo stile del pub è risultato essere quello giusto, quello vincente. Informale e curato nei minimi dettagli, dove ci stanno bene tutti. Ragazzi, giovani, adulti, nessuno si sente fuori luogo.

* Quali sono i progetti futuri per il Lord Up?

Ogni sera è una soddisfazione, vedere volti sorridenti dei nostri clienti alla fine della cena. Questo ci spinge ad andare avanti sempre con più energia. Un ulteriore sogno nel cassetto è quello di esportare il nostro marchio “Lord Up” in altre realtà. Siamo convinti che il lavoro, svolto nel modo corretto e con il giusto impegno, paghi sempre.

* Un consiglio per chi vuole investire su un territorio difficile come quello della città di Casoria.

Non lo scopriamo certo noi, ma Casoria commercialmente parlando non è una realtà facile. Sono troppe le attività che aprono e chiudono in tempi brevi. Per nostra esperienza, possiamo dire che per fare le cose per bene, non bisogna lesinare su niente e bisogna curare i dettagli. La qualità in primis, se si fa una cosa bisogna farla bene, perché i clienti devono poter desiderare di tornare e questo è possibile solo se si lavora con determinati standard. Casoria e i casoriani meritano qualità e gli deve essere concessa.

La piacevole chiacchierata termina qui, insieme alla birra offerta dallo staff: e’ facile intuire il motivo per il quale questo posto sia diventato quello che oggi vediamo. La passione, il lavoro e la collaborazione di tutti quelli che gravitano intorno al bancone centrale, che diventa tutte le sere il ponte di comando, hanno fatto crescere l’assenso della clientela.

Lord Up si traduce con “Signore” e Peppe e Umberto hanno dimostrato di aver fatto tutto con signorilità, concedendo ai clienti quell’attenzione che meritano, facendoli sentire tutte le sere dei “Lord up”.

Articolo precedenteLa storia della Festa della Repubblica
Articolo successivoSan Padre Ludovico Da Casoria: storia di una vita umile e caritatevole
Raccontare quello che accade senza dare giudizi, senza cedere alle pressioni, probabilmente non è il giornalismo dei giorni nostri, ma è sicuramente dare il giusto servizio ai lettori. Vive a Casoria, scrive, fotografa, sogna.