Bando Sport e periferie 2018

Di Salvatore Iavarone –   Presidente della Commissione “Territorio, Lavori Pubblici, Urbanistica, Ambiente, Viabilità e Vivibilità”

Gentile Direttore,

in merito all’articolo pubblicato sul suo portale il giorno 11 febbraio 2020, dal titolo “Bando Sport e periferie 2018, il Comune di Casoria ha perso un’altra opportunità”, ritengo sia il caso di fare una precisazione.

Il bando risale (come evidente dallo stesso titolo) all’anno 2018 e la graduatoria è di inizio 2019.

Pertanto sia la presentazione del progetto che la selezione, non ricadono in alcun modo nel periodo dell’attuale amministrazione.

La notizia è pertanto datata e l’articolo (che segue un post di un consigliere comunale) non è attuale.

Si rischia di far passare un messaggio sbagliato, e certamente non è nello stile della vostra prestigiosa e stimata redazione.

Si voleva probabilmente, non nelle vostre intenzioni, far pensare che fosse un’opportunità persa dall’attuale amministrazione, ma ovviamente non è questo il caso.

Con questo va comunque un plauso a chi allora partecipò a questo bando, che vide pochi progetti finanziati e tantissimi partecipanti.

Piuttosto bisogna dire, che il Bando Periferie del Ministero dello Sport, è un bando complesso e con risorse limitate in rapporto alle richieste dei comuni e delle associazioni che vi partecipano ogni anno.

Bisogna anche dire che nel 2019 il Ministero non ha provveduto all’emanazione del bando, che è previsto per la primavera del 2020.

Ovviamente come Comune di Casoria intendiamo partecipare, e come sempre, siamo lieti, se oltre alle sterili polemiche, tutti si possano mettere intorno ad un tavolo per pensare INSIEME alle strategie di sviluppo della nostra città, anche in tema sportivo.

Nel ringraziarla per la disponibilità a pubblicare questo chiarimento, porgo a lei e ai suoi lettori i miei più cordiali saluti.

 

Egregio Dr. Iavarone, intanto grazie delle Sue parole nei nostri riguardi. Da parte nostra abbiamo riportato le dichiarazioni della consigliera Vignati virgolettate, così come è uso fare. Dopodichè abbiamo doverosamente approfondito l’argomento, andando a spulciare la graduatoria, verificando che anche molti altri comuni della Provincia di Napoli non avevano ottenuto il finanziamento. Le notizie le abbiamo ricavate dal sito dell’Anci Campania, che ha pubblicato la graduatoria nazionale nel mese di giugno 2019. Inoltre abbiamo precisato che il bando era del 2018.Quindi da parte nostra nessun messaggio sbagliato! Noi, diamo le notizie, poi ognuno interpreta come vuole. Il fatto poi, che il Comune di Casoria si stia caratterizzando- da un po’ di tempo a questa parte- per una scarsa propensione alla progettualità finalizzata al conseguimento di finanziamenti di livello nazionale e/o regionale, credo sia un fatto inoppugnabile. E ciò, senza ombra di smentita. Al netto di responsabilità dirigenziali e/o politiche sulla quali non dobbiamo valutare Noi, crediamo sia una lapalissiana perdita di opportunità per l’intera città di Casoria. Leggo che tra le sue deleghe vi è quella alla “Vivibilità”. Un tema di sicuro da approfondire, vista la scarsa qualità della vita quotidiana nella nostra città. Mi auguro, quindi, di poter ospitare Suoi graditi interventi sul tema, per informare i cittadini casoriani delle iniziative intraprese, o di quelle che si intendono intraprendere in materia. Con i migliori e più cordiali saluti. G.S.

 

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •