Home Cronaca & Attualità Laboratorio realizzazione app organizzato da parrocchia S.Maria Francesca delle cinque piaghe

Laboratorio realizzazione app organizzato da parrocchia S.Maria Francesca delle cinque piaghe

40
0

Gli oratori rappresentano un importante presidio educativo delle nostre comunità ed è per questo che la Regione Campania ha voluto sostenerli destinando 6 milioni di euro per la concessione di contributi in loro favore quali luoghi di promozione di attività sportive dilettantistiche, sociali, assistenziali, culturali, turistiche, ricreative e di formazione extrascolastica della persona  sono volti a sostenere le seguenti azioni a favore dei minori e dei giovani:

– manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili che debbono essere adibiti ed utilizzati come luogo di incontro per i minori per attività oratoriali;

– miglioramento dell’accessibilità e fruibilità delle strutture esistenti adibite alle attività oratoriali mediante abbattimento delle barriere architettoniche e messa a norma degli impianti;

– allestimento di spazi dedicati ad attività sportive dilettantistiche, sociali, assistenziali, culturali, turistiche, ricreative e di formazione extra-scolastica della persona;

– realizzazione delle attività oratoriali;

– acquisto di beni e servizi direttamente imputabili al progetto.

Per ciascuna domanda il contributo massimo concedibile è pari ad € 50.000,00

Il contributo è destinato per il 50% a spese di investimento, compesi lavori di ristrutturazione e per il restante 50% alleattività oratoriali.

A questo bando ha partecipato, con esito positivo, la parrochia Santa Maria Francesca delle cinque piaghe, di via Nazionale delle Puglie della Cittadella, con l’interessante progetto riguardante un laboratorio sulla creazione di App e Videogiochi.

Attraverso un percorso di formazione tecno – pratica finalizzato all’apprendimento delle conoscenze per sviluppare da soli  delle applicazioni digitali.

I corsi in tutto saranno 5 successivi, con gruppi di max 20 ragazzi, il primo dei quali partirà il 7 Novembre e terminerà il 10 Dicembre,  da tenersi presso le sale della catechesi della parrocchia nelle ore serali (18:30-20:30).

Rivolto ai giovani tra i 15 ed i 22 anni, darà a questi ultimi, in un convegno conclusivo, la possibilità di diffondere i risultati ottenuti attraverso l’esposizione delle proprie esperienze.

Inoltre le App realizzate saranno pubblicizzate sui siti partner.

Un valido progetto che avvicinerà i giovani ad un mondo nel quale sarà sempre più probabile trovare sbocco lavorativo.

I dovuti complimenti alla comunità parrocchiale ed a Padre Jonas Gianneo per le capacità e sensibilità dimostrate nell’intercettazione dei fondi.

Questo progetto, al pari di nuovi centri caritas ed oratori, sono sempre più la dimostrazione del ruolo fondamentale di socializzazione che le parrocchie del territorio tendono ad affermare, soprattutto in realtà dove, per  conformazione demografica e territoriale, una comunità vera e propria va rifondata  ex novo su valori ed interessi comuni.

 

Articolo precedenteRocambolesco inseguimento nella notte arrestato 19enne non ha mai conseguito la patente
Articolo successivoAmbulatorio San Ludovico da Casoria Onlus: assistenza ai malati, farmaco sospeso e visite gratuite
Ci sono due cose durature che possiamo lasciare in eredità ai nostri figli: le radici e le ali (cit.). Fondiamo le prime con l'educazione ed il senso civico , mentre le ali, la speranza di un futuro migliore, si conferiscono con il buon esempio di chi in prima persona si batte per ciò in cui crede. partendo da studi classici ritengo che la scrittura sia un ottimo strumento per farlo.