Home Afragola La Statua di Sant’Antonio di Afragola arriva fino in Albania. Tantissimi fedeli...

La Statua di Sant’Antonio di Afragola arriva fino in Albania. Tantissimi fedeli festeggiano in strada.

590
0

foto1Il 21 marzo scorso, centinaia di persone hanno accolto e portato in pellegrinaggio la statua di S. Antonio di Padova regalata dai frati minori della Basilica di Afragola per poter essere benedetta nel Santuario di S. Antonio a Laç, luogo di martirio di sacerdoti e laici della fede e della libertà. La cittadina è famosa in tutta l’Albania per la presenza di un Santuario, su una montagna, dedicato a Sant’Antonio di Padova, “Kisha e Laçit” o “Kisha e Shna Ndout” in lingua albanese, meta di pellegrinaggi per migliaia di persone da tutto il mondo. Questo posto, che dista circa 2 km dall’abitato, é punto di riferimento per tutti gli abitanti della zona e non solo per i cattolici. Molti sono gli albanesi musulmani o ortodossi che frequentano questo luogo per un buon auspicio o semplicemente per una visita. Come tutti i luoghi di culto anche questo é stato distrutto durante il comunismo e la chiesa con il convento francescano sono stati ricostruiti solo alla fine degli anni novanta.
Sant'Antonio in Albania1 (1)La Statua benedetta a Lac è stata intronizzata, domenica 29 marzo, nella chiesa dedicata alla Madonna del SS. Rosario, nel villaggio di Ashte, dove è parroco frate Angelo De Padova dei frati minori di Lecce. I fedeli accorsi numerosi hanno gioito per quest’importante evento e ringraziato i frati della Basilica di Afragola per l’arrivo del Taumaturgo Padovano.

Fra Michele Giuliano

 

Articolo precedenteLa stazione Av Napoli-Afragola pronta entro il 2016. Pina Castiello chiede chiarimenti il ministro Delrio risponde
Articolo successivoL’Alfa Romeo 75 compie 30 anni. Il 10 maggio maxi raduno nella città di Pomigliano.
Laureato in Giurisprudenza con una tesi sulla Storia della Giustizia in Terra di Lavoro, vive a Casoria, è appassionato di storia della Chiesa, studioso di agiografia cristiana, ed è il blogger del sito La Voce del Santo. Collabora con la Biblioteca di Sant’Antonio di Afragola ed è uno dei bibliotecari abilitati all’inserimento dei dati nel Polo sbn di Napoli.