radiciHo accolto l’invito dell’editore Carlo De Vita di tornare alla direzione del Giornale di Casoria. Una Testata che ho contribuito a fondare insieme a lui, che sposò il mio progetto  con grande entusiasmo, nel 2010. Ogni giornale che ho diretto resta nel profondo del cuore. Mi piace citare anche lo storico settimanale “Casoriadue” della famiglia Buonaurio  di cui sono stato direttore per ben 8 anni. Oggi lo dirige egregiamente il direttore Troise.  Dopodichè  può capitare che un rapporto finisca. Ma penso sia sempre opportuno ringraziare gli editori che mettono i soldi in iniziative editoriali gratuite per  la platea dei lettori, consentendo ai direttori ed a centinaia di giovani di scrivere e conseguire -se hanno continuità e spessore-  l’iscrizione all’ordine dei giornalisti. Detto ciò ricomincio dal Giornale di Casoria con l’umiltà di sempre. Un patrimonio da tutelare la stampa locale: tutta, senza distinzione. Poi, può piacere o meno. C’è chi legge con maggiore simpatia un giornale anziché un altro. Ma pensiamo un po’ tutti a come sarebbe ancora più triste la nostra città senza giornali locali che raccontano la vita cittadina di sicuro non facile per i motivi che tutti conosciamo.  Ogni direttore ha la sua legittima visione circa il modo migliore di  fare informazione. Il nostro è rimasto quello incentrato sui fatti e le notizie relative alla città di Casoria. Casoria è la sesta città della Campania e crediamo meriti che le testati locali si interessino in maniera esclusiva di questa nobile terra dalla storia illustre ma poco conosciuta. In questi anni ci siamo dedicati per diletto e passione nel tempo libero alla cura di una pagina sui social media dedicata alla storia di Casoria. Articoli ripresi poi dal Giornale di Casoria. Ebbene, abbiamo avuto l’ennesima riprova che la nostra città è conosciuta in tutto il pianeta. Non certamente per le vicende politico- amministrative: materia che spesso non fa onore alla città. Ma è la potenza dei santi casoriani, dei personaggi illustri che hanno calcato il nostro natio suolo, che fa rimbalzare in tutto il mondo in maniera positiva il nome della città dei santi. Ne citiamo uno  su tutti: San Ludovico da Casoria, uno dei più strabilianti santi della chiesa cattolica. Ebbene gli articoli scritti su di lui con le foto pubblicate sono stati letti  in Brasile, in Malesia, in Indonesia ed  in moltissimi paesi del vecchio continente. Potenza di internet e di questi nostri illustri concittadini che rendono straordinaria la nostra città aldilà delle emergenze quotidiane  che i cittadini vivono per l’assenza di una politica che non risolve i problemi ma anzi li aggrava! A breve organizzerò il team redazionale che mi supporterà in questo cammino! Un cammino che avrà un termine! L’obiettivo concordato con l’Editore è quello di far crescere un gruppo di giornalisti bravi e capaci per accompagnarli poi al momento opportuno alla direzione del giornale. Nella nostra città è arrivato il momento di passare in politica come nel giornalismo il testimone alla generazione dei trentenni e dei quarantenni di cui è ricca la nostra  città, che devono finalmente diventare classe dirigente. Questo è il miglior  servizio che possiamo rendere alla nobile terra di Casoria! Alla prossima!

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •