Home Casoria La solidarietà batte l’emergenza

La solidarietà batte l’emergenza

147
0

L’Associazione L’Ancora del Sorriso, continua instancabilmente a rispondere ai bisogni della popolazione , in questo particolare periodo in cui rischia di diventare drammatica la condizione socio economica di tante persone.

E’ impellente intercettare quanti in questo momento hanno perfino difficoltà a comprare un pezzo di pane, per sfamare i propri figli.

Ciò viene ribadito continuamente pure da Papa Francesco, che anche nell’omelia della messa di stamane, ha messo in evidenza le conseguenze nefaste del Covid-19, soprattutto a livello economico.

Si prospetta, quindi, un futuro prossimo angosciante, solo l’amore e la carità per il prossimo potranno salvarci.

Nell’ottica, dunque, di questa epocale emergenza  si sta attivando con intraprendenza l’Ancora del Sorriso, in sintonia con tante realtà associative e governative presenti sul territorio, affinchè nessuno possa soffrire la fame  e vedersi pertanto costretto anche a delinquere, per assicurare alla propria famiglia il pasto quotidiano.

Nella consapevolezza di quanto suddetto, oggi ha risposto all’ accorato appello dell’Ancora del Sorriso, fatto ieri proprio attraverso il Giornale di Casoria, il caseificio Muzzarè di Pina Esposito, imprenditrice del nostro sud, che con tanto amore e umanità  ha offerto confezioni di mozzarella da donare alle famiglie bisognose.

Grande è stata la soddisfazione e l’entusiasmo di Susy Silvestri, presidente dell’Ancora del Sorriso, la quale   auspica  una collaborazione futura con il suddetto caseificio, per  continuare tale iniziativa, a favore di quanti si trovano in  difficoltà economiche tali da non poter acquistare i beni di prima necessità.

Ancora una volta dunque è bene  ricordare che solo con la solidarietà è possibile uscire fuori da questo tunnel. Gli stessi politici, il nostro Presidente Mattarella ribadiscono costantemente tale concetto , invitando l’Unione Europea ad intervenire in tal senso.

Noi nel nostro piccolo non possiamo fare altro che stendere una mano a quanti all’improvviso rischiano di perdere tutto, perfino la propria dignità.

Non lasciamo, pertanto , che l’indifferenza alberghi nei nostri cuori ma con generosità rispondiamo al grido d’aiuto di tanti   concittadini , con  il nostro “esserci” sempre.

Articolo precedenteComunicato Stampa Regione Campania. Garantire la salute, Garantire il pane
Articolo successivoCasoria: Emergenza Coronavirus. Domani ore 12.00 le campane delle chiese e degli istituti religiosi suoneranno in segno di preghiera.
Sono laureata in sociologia e scienze religiose. Sposata con Rino ho due figlie, Marianita psicologa e attrice, Anna universitaria, poi ci sono in famiglia anche Brando e Luki due cani che ormai sono considerati a tutti gli effetti componenti del nostro nucleo familiare ed una coppia di merli che da anni occupano abusivamente il mio giardino. Sono la responsabile URP del D. S.43 di Casoria. Oltre al lavoro e alla famiglia a cui dedico la maggior parte del mio tempo, faccio volontariato nel doposcuola parrocchiale. Amo leggere fin da quando ero bambina, la mia autrice preferita è Elsa Morante, ma anche Umberto Eco non mi è indifferente. Non vorrei però tralasciare Manzoni, di cui fin dalle scuole medie sono stata fans appassionata, anche negli anni caldi della contestazione, in cui veniva considerato antiquato e superato da tutti i miei amici. Tra i poeti ,preferisco Eugenio Montale ed Orazio. Questa in breve sono io.