La Sanità in Campania tra presente e futuro è stato il titolo del convegno che si è svolto l’11 maggio 2019, presso la biblioteca “Monsignor Mauro Piscopo “ di Casoria.

L’evento, organizzato dall’Associazione “l’Ancora del Sorriso” di cui è presidente la dott.ssa Susy Silvestri, ha vantato la partecipazione di illustri professionisti del mondo medico e del mondo politico.

L’obiettivo è stato soprattutto quello di creare un confronto tra istituzioni e cittadini, su un tema che sta a cuore a tutti, quale quello della Sanità, poiché implica la tutela della salute, della nostra salute e di quella dei nostri familiari e concittadini.

E’ emerso infatti che tante sono ancora le criticità ed i nodi da sciogliere, affinchè il nostro Servizio Sanitario Regionale possa rispondere in modo soddisfacente ai bisogni di salute della popolazione.

Ad illustrare le problematiche  emergenti è stato il Dott. Enzo Carfora, MMG dell’ASLNA2NORD, il quale senza mezze misure ha messo a nudo il disagio che quotidianamente vivono i cittadini, soprattutto i più fragili come gli anziani, per i tanti e troppi tagli alle risorse, al progressivo restringimento degli aventi diritto all’esenzione ticket, per cui ormai diventa un miraggio curarsi, a questo bisogna aggiungere che già dalla settimana prossima , i centri convenzionati, cesseranno nuovamente di erogare le prestazioni, per il raggiungimento dei tetti di spesa. Ci chiediamo allora, cosa ne è stata della promessa elettorale che ciò non sarebbe mai più accaduto? Ed ancora, siamo in attesa della definitiva pubblicazione delle graduatorie delle zone carenti, per  sostituire i MM. MM. GG  che sono andati in pensione.

Con l’intervento del prof Giacomo Benassai, oncologo del 2° Policlinico dell’Università Federico 2° di Napoli, si è compreso che se il nostro sistema sanitario regionale regge ancora , soltanto ed esclusivamente grazie all’abnegazione di medici, infermieri e personale sanitario che ormai ha imparato a lavorare sempre e solo in emergenza. Nonostante questo, le prestazioni, restano sempre eccellenti, ed eccellente è il lavoro che egli fa soprattutto nel campo della prevenzione, riuscendo tra l’altro a sensibilizzare anche i partecipanti al convegno ad aderire e ad adottare sani stili di vita.

La sanità ,inoltre va umanizzata, questo è stato il suo messaggio  e la sua testimonianza ,” andrebbe abolita l’extra moenia, poiché è vergognoso che solo chi può pagare possa permettersi di operarsi ad es. saltando le liste d’attesa” ha affermato il prof Benassai.

Sono stati questi momenti molto forti,ed emozionanti giacchè non capita tutti i giorni, anzi potrei dire quasi mai ,sentire un medico che liberamente e senza peli sulla lingua asserisce ciò, d’altronde il prof Benassai, è impegnato anche nel campo del volontariato oncologico e questa già la dice lunga sul suo modo di agire e di pensare, di relazionarsi con i pazienti in modo chiaro e trasparente, dando fiducia ed attenzione e se ce n’è bisogno anche gesti di tenerezza per confortare  e stare vicino a chi soffre.

Infine c’è stato l’intervento dell’Assessore allo Sport e Verde pubblico del Comune di Napoli, Ciro Borriello, già conosciuto  da molti presenti, poiché varie volte ha avuto incontri con gruppi di cittadini , egli ha ribadito l’importanza della buona politica, non quella che vediamo  in TV, non quella che si serve del turpiloquio  per  annullare l’avversario, la buona politica è quella che si fa lavorando incessantemente e senza sosta sul territorio, incontrando e parlando con la gente, sempre e non solo nei periodi elettorali, per costruire insieme  servizi e strutture rispondenti ai bisogni della cittadinanza.

I lavori della mattinata, sono stati chiusi dal sindaco di Napoli e della città metropolitana dott. Luigi de Magistris, che ha  prospettato e progettato  soluzioni ed innovazioni sul territorio sia  in relazione al prossimo evento delle Universiadi, che sarà l’occasione giusta per ridare a Napoli ed alla città metropolitana  l’opportunità di avere nuove strutture sportive,sia in relazione alla cultura della prevenzione ,nell’adozione di sani stili di vita , cultura che purtroppo è ancora carente in Campania, che  nonostante sia la patria della dieta mediterranea, registra  ancora un’alta percentuale di bambini obesi ed in sovrappeso. Bisogna dunque iniziare dalle scuole, dall’infanzia , che rappresenta il futuro, a tracciare percorsi di salute , non dimenticando tra l’altro il tema scottante della tutela dell’ambiente,che ha visto impegnata l’amministrazione comunale di Napoli, fin dagli inizi , soprattutto nel ripulire la città di Napoli dalla spazzatura, che invadeva le strade.

Anche il sindaco si è soffermato sui disagi dell’attuale sistema sanitario, soprattutto nella città di Napoli, ove in un batter d’occhio sono stati chiusi dei presidi sanitari e dei servizi che interessavano un ampio bacino d’utenza, poiché presenti in quartieri popolosi come la sanità , Pianura,  ecc.

In definitiva è emerso chiaramente che quello che si vuole è una Sanità efficace ed efficiente, che  risponda al dettame costituzionale dell’articolo 32, in cui si afferma che lo stato è garante e tutela la salute dei cittadini,ciò significa che tanto il ricco quanto il povero hanno pari dignità e diritto di accesso ai servizi sanitari.

L’auspicio è che insieme si possa riuscire a ricostruire la  Sanità Pubblica, la certezza è che ciò non è un’utopia ma è soltanto ridare spazio alla “ buona politica” come giustamente ha rilevato l’assessore

Ciro Borriello.

In ultimo ma non per ultimo, un grazie va alla dott.ssa Susy Silvestri, che da anni è impegnata  nel campo della prevenzione oncologica ,  ed anche se fisicamente non è mamma, sento comunque di farle gli auguri, in occasione della festa della mamma, poiché  come una mamma spende la sua vita e le sue energie per  far sì che tanti possano usufruire  gratuitamente delle prestazioni sanitarie  necessarie  per  la salvaguardia della propria salute.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •