A Casoria è allarme inquinamento acqua: stando a come affermato anche in un articolo apparso su “Il Corriere del mezzogiorno”, la nostra città corre un pericolo sempre più serio.

Le discariche ecomafiose avrebbero rilasciato nelle falde acquifere, che ricordiamo, è altro da quella delle reti idriche che servono le abitazioni civili, una significativa quantità di cromo esavalente capace di avvelenare il corpo e di portare col tempo anche al cancro.

Tutta Casoria e comuni limitrofi corrono questo enorme pericolo, d’altronde siamo nella terra dei fuochi: per anni si è scaricato di tutto da residui ospedalieri a spazzatura, a materiale da risulta, a vecchia vernice o altri veleni.

Oggi purtroppo, è la popolazione a pagarne i danni: nel comune i casi di tumore aumentano di anno in anno, con rischi che corrono anche e soprattutto i bambini.

 

Condividi su
  • 29
  •  
  •  
  •  
  •  
  •