Qualità della vita e salute pubblica ai minimi storici: come postato su facebook dalla consigliera del Movimento Cinquestelle Casoria, Elena Vignati, nel nostro comune c’è uno sforamento pari a 18 volte, dei livelli consentiti per legge delle particelle di pm nell’aria(stiamo parlando di scarichi automobilistici, combustioni come camini, stufe a pellet eccetera, rochi e altro).

Queste statistiche sono risultanze di rilievi delle centraline dell’Arpac del 2 aprile, dunque stiamo parlando di soli due giorni fa.

I dati sono allarmanti: consideriamo che la sola area della stazione centrale di Napoli registra uno sforamento pari a 14 volte, e stiamo parlando di una zona molto più piccola rispetto alla vastità del territorio casoriano.

A Casoria, la gente continua a morire di tumore, soprattutto al colonha dichiarato la consigliera- la situazione è grave e pare che questa amministrazione non prenda seri provvedimenti. Basterebbe incentivare il cittadino medio a posare per una volta l’auto utilizzando sistemi di targhe alterne o altro per rendere l’aria del nostro comune più pulita. Sono totalmente convinta che la salute, in comune così densamente popolato come il nostro,  sia la prima cosa e, compito del primo cittadino è quello di assicurare un’alta e accettabile qualità di vita”. 

Condividi su
  • 29
  •  
  •  
  •  
  •