Ha suscitato polemiche a non finire  la pizza margherita di Carlo Cracco inserita nel suo ristorante di Milano al costo di 16 euro.

La “pizza” sarebbe in effetti una focaccia fatta con varie farine ai cereali “ricoperta” da uno strato di pomodoro e pomodorini con un finale di mozzarella. Risultato: una “pizza” che vorrebbe nelle intenzioni somigliare a quella partenopea ma che nella sostanza se ne discosta totalmente.

La cosa ovviamente ha suscitato polemiche e ironie su tutti i canali social: qualcuno l’ha usata come coperchio per il… qualcun altro invece  ha parlato di pietanza troppo dura e immangiabile, per nulla rassomigliante alla famigerata pizza napoletana ormai divenuta patrimonio dell’Unesco.

Una “pizza” che ha allarmato i partenopei i quali prontamente hanno ironizzato sulla cosa: video e sfottò sull’argomento (soprattutto sulla differenza di costi e su chi arriverebbe a spendere tanto per un qualcosa che somiglia a un “biscotto”) anche spinti, non sono certamente mancati.

Condividi su
  • 17
  •  
  •  
  •  
  •  
  •