“Baby band criminali che avevano nel mirino proprio Casoria…”, sarebbero state queste le dichiarazioni di uno dei pentiti della Camorra, come riportato da “Internapoli.it” il quale, in occasione dell’uscita del film “La paranza dei bambini”, racconta che l’Area nord e soprattutto il nostro territorio, erano e sono una delle mete più ambite per la malavita organizzata.

Tutto questo, presumibilmente, approfittando del fatto che molti degli affiliati ai gruppi di Afragola risultano al momento in stato di carcerazione.

Casoria dunque, come molti altri comuni limitrofi, farebbe “gola” per la sua posizione strategica per la sua vicinanza e colleganza con Napoli e per essere, come da sempre, “terra di nessuno”.

In effetti lo stato di degrado, abbandono, inquinamento ambientale e acustico delle nostre zone, ormai è risaputo a tutti e anche se non esistono prove realmente concrete su quanto affermato, queste dichiarazioni date le circostanze, non sarebbero così distanti dalla realtà.

Condividi su
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •