Iniziano i lavori della nuova amministrazione comunale e dopo il primo consiglio comunale tenutosi la settimana scorsa, la prima importante decisione della maggioranza ratificata dal sindaco Bene, fa scoppiare le prime polemiche.

Proprio quando le bollette della Tari stanno inondando le nostre abitazioni condite da aumenti, mediamente 50 euro per famiglia, arriva la notizia della decisione di revocare la carica di amministratore unico della società Casoria Ambiente S.p.A. e procedere alla costituzione del consiglio di amministrazione composto da tre membri.

Da sempre Casoria Ambiente è sotto la lente di ingrandimento dei cittadini che considerano gli alti costi non idonei rispetto al servizio reso.

La notizia, commentata da alcune figure politiche del territorio, come la portavoce del M5S Vignati e la consigliera regionale del PD Ciaramella, ha scatenato tanti commenti e proteste sui social, canale preferito per le comunicazioni ormai anche per quelle istituzionali.

Le domande significative, tralasciando le proteste, riguardano principalmente i costi e le motivazioni con le quali si è deciso questo cambio.

La vicenda riporta alla mente la caduta della giunta Fuccio, legata al mondo rifiuti.

Elena Vignati sulla sua pagina Facebook, dichiara apertamente i suoi dubbi scrivendo testualmente quanto segue:

“Bene Bene… si chiude il cerchio?

Solo per ricordare che l’ex Sindaco fu mandato a casa dalla sua stessa maggioranza ( 5 consiglieri ) perchè contrari alla nomina dell’attuale A.D. Tra questi, alcuni si sono candidati con la coalizione Bene-Casillo e con questa delibera si predispone la revoca dell’incarico per costituire un CDA di tre membri.

I costi saranno gli stessi ?

Esiste un giustificato motivo?

Approfondiremo la vicenda senza escludere nulla!”

La consigliera regionale Antonella Ciaramella si augura invece, sempre attraverso un post pubblicato su facebook che il precedente stipendio dell’A.D. venga diviso tra i tre nuovi membri del consiglio, altrimenti i conti non tornerebbero.

Dopo una campagna elettorale che non ha risparmiato colpi bassi, si sta entrando in pieno clima di battaglia nonostante le imminenti ferie.

Seguiremo gli sviluppi della vicenda senza tralasciare nulla

 

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •