commissario 12193786_885307068250938_382811220767307338_nDomenica 1 novembre sarà un giorno molto speciale. Oltre alla ricorrenza di Ognissanti, infatti, sarà festeggiato il centesimo compleanno della signora Enza. La nonnina sprint ha aperto le porte di casa sua a noi del Giornale di Casoria e si è raccontata in un’intervista davvero fuori dal comune che assume più che altro le sembianze di una chiacchierata la quale, se potesse avere un titolo si chiamerebbe “generazioni a confronto”. Il tratto più evidente di tutti, oltre alla sua cortesia e disponibilità, è stata la sua straordinaria memoria. Impossibile trascrivere tutta la nostra speciale conversazione e tantomeno farne un sunto. Ci proviamo. Nata ad Afragola, vissuta tra la Cittadella, l’Australia e un po’ d’America, è stata felicemente sposata con Francesco che le ha regalato sei splendidi figli. Impeccabile nel raccontarci della sua infanzia, di quanto fosse diverso il posto in cui vive adesso rispetto a tanti anni fa, della famiglia che ha creato con amore e devozione assieme al compianto marito e alla quale ha votato una vita intera, nonna Enza spiega che col passare di così tanti anni moltissimi sono stati i cambiamenti che hanno segnato la sua vita. Uno di questi è stato certamente il suo instancabile viaggiare tra Italia ed Australia, dove con tanto lavoro e tanti sacrifici ha fondato le basi più solide da offrire ai suoi figli e, poi di conseguenza, ai suoi venti nipoti. Inizialmente approdata nella terra dei canguri per cercar fortuna, ha scelto di ritornare nel Bel Paese per amore dei suoi stessi figli che qui hanno trovato la loro dimensione. Il suo unico rimpianto a proposito riguarda l’aver abbandonato un contesto civico più organizzato e funzionante. Come darle torto del resto … Fermamente ancorata alla sua religiosità ( messa da parte per scambiare con noi queste preziosissime quattro chiacchiere; la cosa ci rende vero onore ) la simpaticissima nonnina ci mostra orgogliosa il suo libro di preghiere, suo dal lontano 1940, ormai consumato dall’uso perseverante e ci confessa che proprio le preghiere sono la sua più grande forza e compagnia da sempre. Proprio in virtù di questo suo aspetto così identificativo la famiglia ha organizzato per lei un festeggiamento religioso, se così si può dire: domenica mattina alle ore 12:00 presso la chiesa della Cittadella, Santa Maria Francesca delle Cinque Piaghe, sarà celebrata una messa in suo onore. Al grandioso evento sono stati invitati tutti coloro che la conoscono o meglio, oserei dire, che hanno avuto il piacere ed il privilegio di conoscerla. Questa eccezionale nonnina, tanto consapevole che ogni giorno rappresenta un vero e proprio dono concesso dal cielo, ci confessa che il suo elisir dell’eterna giovinezza risiede proprio nello spirito di speranza e serenità che accompagna tutti coloro che nella propria vita scelgono la strada coraggiosa della fiducia. Altri perni fondamentali della sua esistenza sono il senso della famiglia e dell’operosità. Già perché la signora Enza ce l’ha messa veramente tutta per metter su una famiglia unita e compatta e la cosa meravigliosa è che questo così raro valore è riuscito a tramandarlo anche ai suoi nipoti e pronipoti. Circa l’operosità possiamo soltanto dirvi che questa nonnina tutto pepe ha ancora molto altro da raccontare e un solo articolo non basterebbe. Felici di aver ricevuto in dono il suo preziosissimo tempo, non resta che augurarle i nostri più cari auguri di buon compleanno!

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •