10885242_10203976710792198_9194007552005626465_nDubbi e ombre sulla morte del pm Federico Bisceglia: è stata solo una tragica casualità? Sabato notte, sull’autrostrada A3, all’altezza di Castrovillari, in provincia di Cosenza, ha perso la vita, in un incidente stradale, un magistrato della Procura di Napoli Nord, Federico Bisceglia. Il sostituto procuratore, quaranticinquenne, assieme ad un’altra persona che è rimasta ferita, era a bordo di una Lancia K che è finita fuori strada. Al momento non si conosce ancora la dinamica dell’ accaduto. Pare che l’auto si sia scontrata con le barriere laterali in un tratto rettilineo, finendo fuori strada dopo una serie di testacoda e schiantandosi al suolo dopo un volo di circa 30 metri . La Procura di Castrovillari ha disposto l’autopsia per maggiori accertamenti. Appena l’autorità giudiziaria rilascerà il corpo si svolgeranno i funerali a Catanzaro, nella Basilica dell’Immacolata. Bisceglia era uno stimato magistrato della Procura di Napoli, impegnato in diverse indagini legate ai rifiuti. Si occupava della Terra dei Fuochi, dei rifiuti tossici sversati nel mare di Capri, ma si era anche occupato degli appalti della Coppa America. Il suo nome risulta forse però più noto a molti perché era nelle sue mani anche il caso della piccola Fortuna, la bimba di sei anni che precipitò dal balcone nel Parco Verde di Caivano. Il pm aveva aperto in merito un fascicolo per omicidio e violenza sessuale, che ha portato poi all’indagine su altri casi verificatosi nello stesso parco e all’arresto di un trentottenne accusato di pedofilia. Sui forum social appena è stata resa nota la notizia della morte del Bisceglia si è scatenato un vero e proprio bombardamento di dubbi. Sono state messe alla luce pesanti ombre e molti attivisti e comitati cittadini impegnati nella difesa dell’ambiente si chiedono:”Siamo sicuri si tratti di un incidente?”. Ulteriori perplessità sulla casualità dell’accaduto sono stati sollevati da vari post su Facebook e dalla dichiarazione dell’oncologo Antonio Marfella:<<La notizia di oggi – ha affermato e scritto Marfella – mi obbliga al terrore in considerazione del messaggio preciso che ho ricevuto in occasione dell’incontro con il pentito Carmine Schiavone insieme a Padre Maurizio…Sono stato avvisato da Schiavone ad essere particolarmente attento ad “incidenti stradali”, come già capitato ad un altro mio referente ed amico, il generale Gennaro Niglio…ed ora ho davvero paura!>>. Resta rimbombante in tutti, insomma, un interrogativo: “Cosa è accaduto al magistrato Federico Bisceglia?”.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •