Home Cronaca & Attualità La forza delle donne contro la guerra

La forza delle donne contro la guerra

327
0

Oggi è l’8 marzo, giornata internazionale della donna. La giornata in cui si ricorda il ruolo delle donne nella società contemporanea ma anche purtroppo delle violenze che ancora troppo spesso le donne subiscono. 
Per molti oggi è il giorno in cui si dedica un pensiero, un regalo, un gesto gentile a madri, mogli, figlie, sorelle, amiche o semplici conoscenti a cui riconoscere il ruolo che hanno per la nostra vita. 
Quest’8 marzo non è però un giorno come gli altri cade infatti mentre è in corso l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia che ha portato la guerra in Europa. 
Una guerra che ha innescato da subito una catastrofe umanitaria in cui protagoniste sono proprio le donne. Le donne a cui sono affidati i figli degli uomini che vanno in armi; che restano, nei rifugi al freddo, al buio a dare conforto ai bambini impauriti. Le donne che prendono il minimo indispensabile e con ciò che resta dei loro affetti, salgono su vagoni affollati oppure si incamminano a piedi verso luoghi sicuri, per sfuggire ai bombardamenti. 
Ma la guerra in Ucraina sta portando conseguenze anche lontano dal teatro bellico; nelle famiglie d’Europa fino all’Italia. Alle tante donne che mantengono la borsa delle nostre famiglie. In questi giorni queste donne anche loro sono impegnate ad esorcizzare la paura che gli aumenti che si prospettano a causa di questa guerra mettano a rischio il loro bilancio. 
A queste donne, alla loro forza, al loro coraggio, alla loro pragmatica fermezza deve andare il nostro ideale pensiero in questo 8 marzo così particolare. Il primo dopo la grande pandemia e speriamo l’ultimo durante una guerra. 

Articolo precedenteUcraina, le istituzioni in marcia pace
Articolo successivoFesta della donna a Casoria
Ha iniziato l'attività giornalistica come cronista nel 1994, ancor prima di conseguire la Laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II (2003). Formatosi presso il settimanale della Curia Arcivescovile di Napoli "Nuova Stagione" e presso un periodico locale "Casoria Due" distribuito nella provincia a nord del capoluogo, ha svolto numerose collaborazioni quotidiani di rilievo regionale, in qualità di corrispondente dal comprensorio dei comuni a nord di Napoli. Tra le testate dove ha pubblicato propri servizi ed articoli: Il Roma, Il Giornale di Napoli, La Città, Metropolis e presso il quotidiano on-line Napoli.com. A partire dal 1999, all'attività di free lance, ha associato il lavoro presso Uffici Stampa di Enti Pubblici, tra cui la Provincia di Napoli, il Comune di Casoria, il Comune di Qualiano e l'Agenzia "Città del Fare". Nel settore della carta stampata è stato Caporedattore della rivista specializzata nel mondo della disabilità “Noi, gli altri, edita dall'A.I.A.S. (2004); è stato fondatore e direttore del settimanale "L'Urlo" edito nell'area giuglianese (2006) nonché fondatore e direttore del settimanale free press "Laltrolato" pubblicato nell'area nord di Napoli (2008). Nel settore radio-televisivo è stato redattore del radiogiornale di "Radio Ombra Sound" (1998) e collaboratore di trasmissioni di intrattenimento politico presso la televisione locale Tele Club Italia (2007). È stato direttore del Tg dell'emittente web UnicaChannel .