chiesetta-duca-daosta“Non importa quanto si dà ma quanto amore si mette nel dare”. Le parole di un esempio di donna da seguire, una donna proclamata Santa da Papa Francesco il 4 settembre, Madre Teresa di Calcutta. A lei è stata intitolata l’iniziativa della prima “mensa parrocchiale della carità” di Casoria, partita oggi presso la chiesetta antica di Sant’Antonio Abate al civico 66 di via Duca d’Aosta. Il servizio prenderà il via dalle ore 12.00 e avrà cadenza quotidiana, assicurando il pranzo a quanti ne avranno necessità previa esibizione della dichiarazione dell’ISE, come già da anni avviene per l’assegnazione mensile dei viveri a circa 150 famiglie sul territorio casoriano.
«Le esigenze dei bisognosi, purtroppo sono in continuo aumento. Come parroci, veniamo ogni giorno a conoscenza di situazioni di disagio, che richiedono cuori e mani in grado di rispondere almeno ai bisogni di base» ha sottolineato don Marco Liardo, decisivo fautore dell’iniziativa. Con il sostegno di tanti fedeli sensibili al fabbisogno e alle sfide che quotidianamente la nostra città sottopone alla comunità, la risposta ha trovato immediato riscontro nella disponibilità e nell’aiuto concreto di quanti hanno contribuito alla realizzazione della mensa, e ancor più all’allestimento dei locali parrocchiali che l’accoglieranno.
«Colgo l’occasione per ringraziare di cuore coloro che non hanno risparmiato mezzi, ore di lavoro e dedizione in tale opera di bene. – ha precisato don Marco, e ha concluso – Il desiderio, nell’ora di avvio di questa nuova storia, è che si possa fare una vera esperienza di fraternità, sia tra i volontari, sia tra e con coloro che saranno serviti».

don-marco-liardo

Condividi su
  • 228
  •  
  •  
  •  
  •