Home Politica La confusione regna sovrana in comune

La confusione regna sovrana in comune

165
0

Ancora polemiche e ancora accuse dall’opposizione all’amministrazione comunale: nella convocazione del consiglio comunale in sessione ordinaria, si legge la data del 24 Aprile come prima convocazione e del 25 Aprile per l’eventuale seconda convocazione.

Errare è umano, ma i controlli obbligatori e previsti nelle pubblicazioni degli organi istituzionali sono necessari.

Questo episodio denota ancora una volta la confusione che sembra regnare in comune relativamente alla gestione della macchina amministrativa. Già in passato durante i consigli comunali, sono state lanciate accuse del genere dall’opposizione.

La portavoce del Movimento 5 Stelle, in un post su Facebook, sottolinea non solo l’errore della data di convocazione, ma cosa ancora più importante, il fatto che il punto cruciale di questo consiglio che ha già scatenato altre polemiche e discussioni, cioè l’approvazione del rendiconto della gestione per l’esercizio finanziario 2017, sia stato messo come ultimo punto all’ordine del giorno. La stessa portavoce rincara la dose chiedendo le dimissioni, di seguito le testuali parole:

“Sempre più in basso, dimettetevi perché non siete in grado di gestire in maniera democratica le istituzioni”

Articolo precedenteŞaheser Birinci in mostra al CAM
Articolo successivoA chiudere un campionato da record di punti, c’è Napoli-Crotone
Raccontare quello che accade senza dare giudizi, senza cedere alle pressioni, probabilmente non è il giornalismo dei giorni nostri, ma è sicuramente dare il giusto servizio ai lettori. Vive a Casoria, scrive, fotografa, sogna.