Le guardie ambientali di Casoria, stanno continuando in questi giorni, la loro preziosa opera di controllo ed “investigazione” in caso di ritrovamento di rifiuti conferiti in maniera illecita.

Serve a loro, ma serve però soprattutto alla città, una inversione di tendenza. Deve essere salda la volontà di tornare ad avere una città più civile, bisogna che si risvegli il nostro senso civico ed amore per l’ambiente altrimenti tutto sarà vano.

Numerose sono le sanzioni comminate agli autori di abbandono illeciti di rifiuti, come si può vedere dai reportage fotografici delle guardie ambientali, soprattutto nelle strade di confine e periferiche.

La miseria e l’egoismo umano divengono sempre più smisurati, dopo l’avviso di aver errato nel conferimento non ci si ravvede ma ci si ostina nel commettere nuovamente un reato contro l’ambiente, si pensa di schiaffeggiare ed insudiciare una città vicina, la Nostra. Ma stavolta gli è andata male.

Dalla pagina ufficiale si legge “La Asia non preleva i rifiuti nei sacchi dove non è stata effettuata la raccolta differenziata apponendovi sulle stesse un adesivo circolare rosso dove spiegano che l’utente non ha effettuato la differenziata,quest’ultimo intelligentemente ha pensato di depositarli a Casoria in Via Nicola Romeo,però la cosa non gli è andata bene,individuato è sanzionato”.

“Tenacia e forza da parte Vostra, sostegno ed impegno dalla Nostra” scrive una cittadina, auguriamoci sia un presagio di buon augurio.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •