Home Senza categoria La città di Grumo Nevano in festa per San Tammaro.

La città di Grumo Nevano in festa per San Tammaro.

446
0

chiesaSono iniziati il 4 settembre, i solenni festeggiamenti in onore di San Tammaro – patrono della città di Grumo Nevano. Il culto a questo Santo Vescovo nella cittadina di Grumo risale già all’anno mille, infatti, il primo documento che attesta l’esistenza di una sua Chiesa è del 1132. San Tammaro, secondo la narrazione fatta nella Vita Sancti Castrensis, era un vescovo nordafricano arrivato in Campania in seguito alle persecuzioni dei Vandali che, per farne dimenticare la memoria, lo imbarcarono, insieme altri 11 vescovi, mettendolo a prua della nave. L’imbarcazione, attraversato il mar mediterraneo, arrivò a Volturnum e da lì i vescovi partirono per diversi luoghi diffondendo la fede in Gesù Cristo. Tammaro che era vescovo di Cartagine sarebbe stato scelto a reggere la sede episcopale di Benevento, nella cui cattedrale furono poi custodite le spoglie a seguito della morte avvenuta il 15 ottobre del 490. Questo santo vescovo, già dal XVII secolo, fu scelto a essere patrono di Grumo che oggi è il suo principale luogo di culto in Italia.
La chiesa a lui dedicata, che nel corso degli anni è stata oggetto di continui restauri, dal 1982 è elevata al titolo e alla dignità di Basilica Minore con decreto del pontefice San Giovanni Paolo II.  Nel pomeriggio di giovedì 4 settembre il Busto argenteo del Santo patrono, dopo la solenne Concelebrazione Eucaristica nel cortile del Convento di Santa Caterina, retto dai Frati Minori della provincia napoletana, è stato portato a spalla per una parte della cittadina, attraversando strade addobbate con lenzuola e palloncini, e dai quali i fedeli hanno lanciato fiori e coriandoli. La devozione al santo patrono è dimostrata, in maniera evidente, dalle numerose girate e soste, del busto argenteo, in direzione dei balconi di anziani e malati, ancora una volta, come da secolare tradizione, è il santo a far visita ai suoi fedeli e a portare la sua benedizione alla città e i suoi abitanti. Rientrato in Basilica il busto, si è svolto, alle ore 23:00, il simulacro di Incendio del campanile.
tammaroProssimi appuntamenti della Festa:
Sabato 6 settembre alle ore 16:00 Sfilata Equestre con carri artistici, cavalli e cavalieri; alle ore 20:30 concerto dei Bottai con chitarra.
Domenica 7 settembre alle ore 15:00 gara ciclistica; alle 21:00 concerto della banda musicale della città di Angri.
Lunedì 8 settembre alle ore 19:00 Celebrazione eucaristica presieduta da Sua Ecc.za Mons. Angelo Spinillo – Vescovo della Diocesi di Aversa; alle 21:00 concerto di Musica Napoletana.
Martedì 9 settembre alle 20:30 concerto per la Pace organizzato dall’Officina Sonora.
Da mercoledì 10 a Sabato 13 settembre alle 21:00 San Tammaro Pizza Festa. Sabato 13 alle ore 16:00 ci sarà anche la pedalata ciclistica per le strade della città.
Domenica 14 settembre, a conclusione dei festeggiamenti patronali, alle ore 8:30 ci sarà in Via Meucci un raduno di moto e auto d’epoca. Nella serata, dopo la solenne celebrazione eucaristica delle 19:00 ci sarà la seconda parte della processione con il Busto argenteo del Santo.

Articolo precedenteFrancesco Nicodemo (PD): “In Campania non vedo fuoriclasse e le primarie saranno il momento per stringere nuovamente quell’alleanza con i cittadini”
Articolo successivoBIO di fine estate: consigli naturali per mantenere l’abbronzatura.
Laureato in Giurisprudenza con una tesi sulla Storia della Giustizia in Terra di Lavoro, vive a Casoria, è appassionato di storia della Chiesa, studioso di agiografia cristiana, ed è il blogger del sito La Voce del Santo. Collabora con la Biblioteca di Sant’Antonio di Afragola ed è uno dei bibliotecari abilitati all’inserimento dei dati nel Polo sbn di Napoli.