Home La parola ai Cittadini La Buca di via Giuseppe Meazza torna puntuale come il miracolo di...

La Buca di via Giuseppe Meazza torna puntuale come il miracolo di San Gennaro.

151
0

Non è la prima volta che ci compete documentare il varco che si apre all’incrocio tra via Meazza e Via Nazionale delle Puglie.

Raccogliamo lo sfogo di una cittadina, una mamma, che asserisce: << Recarmi dal gommista è diventato un appuntamento settimanale>>.

E così, tra il lavoro, gli impegni quotidiani e l’organizzazione dei figli, tra cui quello di accompagnare la più grande a scuola con l’auto perché i mezzi non passano mai, occorre fare i conti con lo slalom tra i fossi della città.

Quest’anno poi, la cosa pare peggiorata.  E’ diventata normale prassi che le macchine siano parcheggiate in doppia se non in tripla fila,  e dunque scansare quella voragine, che  giusto per tornare ai riferimenti biblici, si apre come  le acque del Mar Rosso, è impossibile.

<< Alle volte ci preoccupiamo di come noi residenti posteggiamo le auto…Ma, magari passasse qualcuno >>.

Sono anni che due o più auto fanno da corredo urbano. Talvolta qualcuna viene portata via, per poi essere semplicemente sostituita.

Forse quest’area è sfuggita ai controlli delle concessionarie che occupano abusivamente il suolo.

Diventa stancante, ma occorre non arrendersi.

Questi rappezzi non portano da nessuna parte. E pur capendo che in questo momento ci sono interessi troppo grandi che si muovono intorno alla casa comunale, basterebbe poter vivere il Natale serenamente e  senza vedersi complicata la vita dalla cattiva manutenzione ordinaria.

Di questo passo, l’unico a ricevere il regalo quest’anno è solo il gommista, mentre l’amministrazione comunale non pensa che di regali ne potrebbe ricevere altrettanti se solo cercasse di mantenere un po’ d’ordine.

Articolo precedenteAfragola: ruba distributore ticket dell’Asl arrestato dalla Polizia
Articolo successivo“Per un battito in più…” il nuovo appuntamento dell’Orchestra Giovanile Orpheus Sabato 8 Dicembre alle 18,30 presso la Basilica di San Giovanni Maggiore (Napoli)
Ho 25 anni. Ho conseguito la laurea in Giurisprudenza nel 2014 presso la Luiss. Ad oggi proseguo i miei studi con determinazione sperando di poter esercitare la professione notarile. Conoscere la realtà dei fatti, fare informazione e impegnarmi nel sociale sono le passioni che mi permettono di formarmi personalmente, prima che professionalmente. "Esiste un solo bene, la conoscenza, e un solo male, l'ignoranza".