Home Sport Italia, perchè va fuori dal Mondiale

Italia, perchè va fuori dal Mondiale

524
0

Niente Mondiale in Qatar per la nostra nazionale. Ci risiamo, così come quattro anni fa. A nemmeno un anno dai fasti di un Europeo letteralmente straordinario. Eppure, ora, sembra essere passato un secolo da quel momento. Che amarezza che delusione!
Il gol del macedone Trajkovski, al novantunesimo minuto, è stato un fendente mortifero che ha trafitto tutti i cuori azzurri. Un fulmine nel cielo italiano il cui colore ceruleo si è fatto sempre più caduco. La difficoltà nel valicare il muro macedone è diventata, col passare del tempo, sempre più opprimente. Le occasioni da gol non sono mancate, è vero, così come a non mancare è stato il predominio assoluto del match, ma è venuto meno un elemento fondamentale, che, tra le altre, è stato il corroborante per salire sul tetto d’Europa, il coraggio. Senza coraggio non si osa. Non abbiamo osato, non ci siamo mai spinti oltre. Si fa fatica a credere si sia trattato di presunzione, non si commette errore – invece – se si pensa ad un altro elemento: la superficialità. Ecco, la superficialità è riuscita a colpire per intero l’ambiente azzurro. Di sentori negativi, di squilli che richiamassero al cambio di rotta, durante il girone qualificativo, ce ne sono stati ad iosa. Non vi è stata la giusta attenzione. Lo status di Campioni d’Europa si è rivelata un’arma a doppio taglio. Il nostro commissario tecnico ha più colpe di tutti, quasi cieco davanti alla prolungata forma mediocre di alcuni, e poco reattivo nel creare alternative tecnico tattiche nel momento del bisogno. Ma si può pensare ad un futuro senza di lui?, e che ne è del movimento calcistico italiano?Le risposte in merito non sono semplici da dare.Come non è semplice mandare giù cotanta delusione.

Articolo precedenteVasinikò la pizza verace che guarda all’Europa
Articolo successivoI 50 anni di sacerdozio per Nunzio D’Elia