Home Sport Inler: Athletic ottima squadra, ma noi siamo il Napoli!

Inler: Athletic ottima squadra, ma noi siamo il Napoli!

118
0

imagesAll’indomani dalla sconfitta interna in amichevole col PSG degli ex Lavezzi e Cavani (fischiato ogni qualvolta che toccava palla), Benitez, al termine della gara ha consegnato alla Uefa la lista dei giocatori da impiegare ai preliminari contro l’Athletic Bilbao; tra questi non risultano Fernandez e Pandev, entrambi sul piede di partenza. Il primo sembra vicino a trasferirsi allo Swansea, secondo quanto riportato dal Daily Mirror, la dirigenza gallese sta cercando di velocizzare l’affare per avere l’argentino già disponibile per la partita di campionato di sabato prossimo. Il secondo, invece, è stato accostato a molte squadre per esempio Milan e Fiorentina, ma per il momento nessuna offerta è perpetrata a De Laurentiis. Il Torino non molla la presa per avere Zapata, il direttore sportivo dei granata Petrachi, è in contatto quotidiano con Bigon, dove spinge per il prestito con diritto di riscatto fissato a 4 milioni; tutto resta in stand-by in attesa che si pronunci Benitez al riguardo, visto che in queste amichevoli sta puntando molto sull’attaccante colombiano. Intanto nuova avventura per Toni Doblas: l’ex portiere azzurro, svincolatosi lo scorso 30 giugno, ha firmato con l’Helsinki. In uscita anche Dzemaili, lo svizzero piace molto al Milan, ma al momento non c’è ancora un punto d’incontro nella trattativa, troppa distanza tra domanda e offerta; probabilmente saranno decisivi gli ultimi giorni di mercato. In entrata si segue sempre la pista Fellaini dove non rientra nei piani del Manchester United, ma contestualmente può tornare di moda Agger, il danese è chiuso a Liverpool dove non trova spazio, il Napoli, quindi, sta lavorando sottotraccia per regalare a Benitez il colpo in difesa e quello in mediana. Per il belga, ci sarebbe già l’accordo sull’ingaggio mentre si tratta con i red devils per la cifra del prestito. Per Agger c’è più distanza, dove c’è da battere la concorrenza dell’Arsenal; inoltre c’è pure un altro fattore a favore del Napoli, ovvero la volontà del difensore che ha chiesto di essere ceduto. Semmai Agger non dovesse venire e quindi accettare l’Arsenal, in difesa si punterebbe sul greco Manolas, ma come per Agger, anche qui c’è da battere la concorrenza, ovvero la Juventus. Nel frattempo è stato intervistato ai microfoni di Radio Marte Inler, ecco quanto dichiarato dallo svizzero: “Per la gara con l’Athletic Bilbao abbiamo sensazioni positive, giocheremo contro una grande squadra che ha già disputato due gare ufficiali mentre noi siamo ancora in fase di preparazione. Manca quasi una settimana alla sfida, affronteremo gli spagnoli con lo spirito di sempre trovando la forza per queste due partite così importanti. Sappiamo le qualità dell’Athletic, sono una squadra di tradizione, giocano col cuore, in casa hanno fatto sempre grandi partite. Ma noi siamo il Napoli, non abbiamo paura di nessuno pur rispettando gli avversari. Ci stiamo allenando sodo, abbiamo disputato grandi amichevoli. Sono ottimista.” Che ne pensa dei tifosi che hanno riempito lo stadio contro il PSG? “Ringrazio il pubblico per la grande presenza, si sente già l’importanza della Champions. Siamo contenti di poter giocare con i tifosi al nostro fianco. Abbiamo giocato con tanti elementi, il mister sta facendo esperimenti e questo è importante perché la stagione sarà molto lunga.” I vostri obiettivi? “Il primo obiettivo sarà superare il preliminare, poi come ogni anni saremo prontissimi per far bene in campionato perché abbiamo una squadra collaudata e vogliamo migliorarci ancora.”

Articolo precedenteUna brillante commedia: “una notte in giallo”
Articolo successivoCaivano. Il commissario straordinario mostra perplessità sull’adesione all’Ato rifiuti Napoli 1
vive a Casoria, 22 anni, laureando in scienze dell'Amministrazione e dell'Organizzazione nella facoltà di Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Ha sempre amato scrivere per quanto concerne il calcio, scrivendo già per un giornale online e per “il giornale di Casoria” da novembre 2013 a marzo 2014. Il calcio è una passione che coltiva sin da piccolo.