Tutto pronto per questi mondiali di calcio targati #Russia2018, con le sue novità e curiosità. Su tutte l’assenza ingiustificata dell’Italia, una Nazionale con 4 titoli mondiali in bacheca, è quasi inconcepibile mancare a questo appuntamento. All’Italia si aggiunge l’Olanda, la quale dopo non esserci stata agli Europei del 2016, salta anche i mondiali. Un’altra Nazionale che non se la passa bene.

Campioni in carica subito fuori

Gli ultimi 4 mondiali di calcio ci hanno raccontato che in 3 di essi, chi era detentore della coppa, non è stato in grado di raggiungere gli ottavi. E’ successo nel 2002 con la Francia, ai mondiali asiatici in Giappone & Corea: subito eliminata con appena 1 punto conquistato nel proprio girone. La Francia si presentava da campione in carica ai mondiali disputati in casa nel 1998 e da campione d’Europa nel 2000.

Nel 2010 toccò ahinoi all’Italia. Gli azzurri dopo aver trionfato in Germania nel 2006, debacle totale ai mondiali del 2010 in Sudafrica, eliminati anzitempo. Un Lippi bis che non diede i frutti sperati. Situazione analoga alla Francia per la Spagna: campione del mondo nel 2010 e campione d’Europa nel 2012. Nel 2014 già fuori la Spagna ai gironi, con soli 3 punti ottenuti, i quali non bastarono per gli ottavi.

Francia e Spagna percorsi simili

Sia la Francia che la Spagna hanno avuto un cammino analogo: entrambi hanno vinto una sola volta il mondiale (la Francia nel 1998 e la Spagna nel 2010), entrambi dopo 2 anni dalla vittoria al mondiale hanno vinto gli Europei (la Francia nel 2000 e la Spagna nel 2012) ed entrambi hanno vinto gli Europei a discapito dell’Italia. La Francia eliminò l’Italia ai supplementari e la Spagna umiliò 4-0 l’Italia a Kiev.

La storia recente non sorride

Ai mondiali russi la Germania si presenta da campione in carica, battendo nel 2014 in Brasile, l’Argentina in finale. Per la Germania si è trattato del quarto titolo mondiale, dopo 24 anni di digiuno. L’ultimo fu infatti nel 1990, quando l’Italia era paese ospitante. Lo spettro di uscire ai gironi da detentore della coppa come la Francia nel 2002, l’Italia nel 2010 e la Spagna nel 2014 aleggia.

 

 

Condividi su
  • 11
  •  
  •  
  •  
  •  
  •