Home Casoria Indagati attivisti di “Terranostra”: i chiarimenti sulla pagina Facebook

Indagati attivisti di “Terranostra”: i chiarimenti sulla pagina Facebook

85
0

La vicenda delle terre occupate abusivamente (Terranostra in primis) si riempie di un nuovo capitolo

Le persone protagoniste dell’occupazione (e soprattutto della bonifica) di una zona che prima era diventata una discarica a cielo aperto, sono state indagate dalle Forze dell’Ordine.

La delusione traspare dalle parole dei diretti interessati, oltre che l’impegno a non mollare in un campo dove: “Sono sfruttate le nostre richieste per fare passerella politica”. Non ultimo il progetto “Urbact” a cui il comune di Casoria ha partecipato nelle vesti del sindaco per poi lasciare un vuoto, a cui i ragazzi hanno risposto con un dossier sui beni comuni. Stando a questo dossier, si vuol fare riferimento a varie delibere in atto in altri comuni come modelli da cui partire.

In questo modo la tanta agognata legalità di Terranostra potrebbe diventare realtà e non solo, lo si può estendere anche ad altri terreni o zone che vivono una situazione simile, bloccati dalla burocrazia e dagli interessi privati. L’obiettivo, era ed è quello di creare o almeno provare a far nascere futuro migliore basato sulla giustizia e sulla dignità.

“La scelta, è di capire da che parte stare, se dalla parte di chi si riempie la pancia e si gode la poltrona, oppure dalla parte di chi prova a mettere in piedi un sogno, una propria città ideale senza aspettare nessun tipo di favore”.

Articolo precedenteAstradoc – Viaggio nel cinema del reale
Articolo successivoAlfonso d’Aragona entra a Napoli.
Studentessa di lettere moderne presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II". Amante dei libri trattanti la metafisica. Autodidatta nel campo della pittura. La sua passione è sempre stato il giornalismo, e non vede l'ora di realizzarla.