Home Casoria Importanti novità per la storia e la cultura della città di Casoria....

Importanti novità per la storia e la cultura della città di Casoria. Eletto il governo delle antichissime Arciconfraternite riunite della Pietà e del Buon Consiglio

214
0

Le Arciconfraternite Riunite  di S. Maria della Pietà e Buon Consiglio per moltissimi secoli sono state  istituzioni dedite a   missioni; di pietà per i  defunti, e di  opere di carità. Oggi oltre a continuare le antiche missioni possono costituire anche un attrattore storico- culturale della città di Casoria per la riscoperta dell’identità della città e del senso di appartenenza alla comunità. Questo è il lodevole intento dei Confratelli laici dell’antichissima Confraternita casoriana.  Proprio partendo da questo obiettivo si sono svolte le elezioni a fine giugno del nuovo governo delle confraternite, che secondo antichissimi statuti sono congregazioni costituite e governate da laici. Le elezioni hanno posto fine ad un lungo periodo di commissariamento da parte della Curia sotto  l’efficacia e costruttiva  azione del   Rev. Preposito di san Mauro , Don Mauro Zurro e le stesse  sono state seguite in maniera encomiabile  alla presenza di un  funzionario della curia stessa che ne ha constatato la regolarità e l’adesione all’antico statuto. Ecco gli eletti : Priore delle due confraternite è stato eletto l’Ing. Lucio Rossi, discendente di una della famiglie più antiche della città. Per la Arciconfraternità della Pietà : 1° assistente sig  Abriola Raffaele,    2° assistente Sig,ra  Esposito Antonietta, per la Confraternità del Buon Consiglio: 1° assistente Sig. Raffaele Abriola,   2° assistente Ing. Raimondo Paone ( figlio e nipote degli ultimi Priori ). Secondo le intenzioni del gruppo di Confratelli prima sotto la guida  , quale commissario  della Curia  , di  Don Mauro  Zurro, ora Assistente spirituale delle Arciconfraternite Riunite l’antichissima sede della Confraternita che nella città di Casoria era una vera e propria istituzione diventerà un centro di documentazione storica della città: un archivio casoriano delle memoria della grande storia della nobile Terra di Casoria, nonché una  splendida location per convegni e concerti aperti a tutti i cittadini. La rinascita della Confraternita che stava morendo si deve all’impegno di tanti casoriani appartenenti a famiglie storiche della città, che con l’ausilio e l’impegno di Don Mauro Zurro intendono rilanciare, con il proprio fattivo impegno, un’istituzione che ha ben cinquecento anni di storia e rappresenta per i testi che contiene una autentica miniera di notizie utili per ricostruire in maniera dettagliata e precisa la millenaria storia della città.  A questo proposito si sta provvedendo con l’ausilio di esperti in materia all’inventario ed alla catalogazione dei documenti  conservati nella sede della Congregazione, fonti di notizie sulla storia della città. In quanto gli antichi Confratelli, supportati dai sacerdoti che assumevano la funzione di assistenti spirituali, annotavano in maniera minuziosa ogni avvenimento cittadino. E’ già in corso il restauro alcuni  testi antichi attraverso il progetto “ adotta un libro “  fatto con il contributo di alcune famiglie casoriane . I libri che saranno  “adottati “ e i documenti inventariati man man che si procede al restauro saranno digitalizzati per poter essere poi consultati tramite un sito  web dagli studiosi che ne faranno richiesta.   E Inoltre c’è  jl progetto predisposto gratuitamente dal Confratello  e 2° assistente Ing. Raimondo Paone, figlio dell’ultimo Priore della Confraternita  Giovanni Paone , finalizzato  alla  realizzazione di una sala conferenza /auditorium nell’ Oratorio del Buon Consiglio .

Insomma l’obiettivo è uno: far riscoprire ai casoriani la loro identità storica , riscoprendo e restaurando i documenti , i libri antichi e i preziosi affreschi dell’oratorio della  Pietà che purtroppo si stanno perdendo e dove per questo serve l’aiuto di tutta  cittadinanza e delle istituzioni

Articolo precedenteCasoria. Ancora incendi: Via Brodolini ( zona cosiddetta “LA PISTA”) paura tra i residenti
Articolo successivoCaivano: 400 chili di sigarette nel box.
Giurista di professione, giornalista per passione. Iscritto all'Albo dei giornalisti della Campania, elenco pubblicisti dal 1982. Pratica con Il Mattino di Napoli. Direttore del settimanale Casoriadue per ben otto anni. Fondatore, insieme all'Editore Carlo De Vita del Giornale di Casoria nel 2010. Appassionato e cultore di storia locale. Ama la lettura."Chi è analfabeta, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria; chi legge avrà vissuto 5000 anni: c'era quando Abele uccise Caino, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l'infinito… perché la lettura è un'immortalità all'indietro". Umberto Eco.