Si è appena conclusa la settimana del tradimento, Sarri alla Juve ha scatenato reazioni contrastanti tra i tifosi del Napoli. Il calcio riesce a scatenare le masse come ormai da anni non riesce più la politica. Siamo una nazione che viaggia a fari spenti tra i mille problemi che la attanagliano ma quando si toccano la sfera calcistica e l’orgoglio campanilistico esce fuori tutto il DNA da combattenti (a dire il vero combattenti da tastiera).

Sarri dopo i tre anni trascorsi all’ombra del Vesuvio, aveva dimostrato tutto il suo attaccamento e la sua professionalità, quella stessa professionalità che gli ha fatto fare la scelta della vita. Un tecnico apprezzato in tarda età ha tutto il diritto di accettare la proposta della squadra più forte d’Italia e che da anni, senza troppa fortuna, non riesce ad imporsi anche in Europa. A vedere il bicchiere mezzo pieno, per i tifosi del Napoli dovrebbe essere una grossa soddisfazione. Alla fine la grande Juve ha scelto di giocare bene, forse anch’essa innamorata del calcio di questo Napoli degli ultimi anni. In bocca al lupo al comandante, ma la speranza per tutti i tifosi è che non riesca a proporre lo stesso gioco a Torino.

La sfida è difficile per il tecnico toscano perché è stato facile dire a Younes o Ounas di sedersi in panchina per tante partite, più difficile farlo con i tanti campioni della Juve. In ogni caso è importante che i tifosi dimentichino in fretta l’accaduto senza dare troppa importanza a cose che nel calcio non contano più. Il nuovo Napoli sta nascendo e dal primo Luglio si potranno depositare i contratti di acquisto. Di Lorenzo, il terzino dell’Empoli è già cosa fatta, si parla tanto di James del Real attualmente in forza al Bayern e di Manolas in uscita dalla Roma. Due acquisti che farebbero fare un salto di qualità al Napoli, che dovrebbe riuscire a trattener tutti i big, anche se Insigne è richiesto e Koulibaly è il sogno di tutte le squadre.

Il mercato resterà aperto fino al 2 Settembre e ci sarà tempo per ogni tipo di considerazione, ma il ritiro è alle porte e sarebbe meglio avere i nuovi giocatori a disposizione subito. Sta nascendo il nuovo Napoli per un nuovo sogno, un sogno sfiorato con il comandante che ora sarà il primo scoglio da superare.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •