Home Cronaca & Attualità Il sindaco Carfora: “Siamo i primi supporters del Casoria Calcio”, ma chi...

Il sindaco Carfora: “Siamo i primi supporters del Casoria Calcio”, ma chi supporta Casoria città?

92
0

carfora calcioUn entusiasmo incontenibile quello dei cittadini casoriani, accorsi in massa per la presentazione della rinata squadra del Casoria Calcio, tenutasi lo scorso 20 settembre nella villa comunale. Presente, per l’occasione, l’amministrazione comunale nelle vesti del sindaco Vincenzo Carfora, gli assessori Luisa Marro, Antonio Lanzano, Pasquale Tignola ed il consigliere Gianluca Cortese.
Nonostante voci di corridoio lasciassero presagire una possibile contestazione nei confronti del primo cittadino, il sindaco è stato subito accolto dalla tifoseria organizzata viola. Il gruppo ultras ha chiesto delucidazioni sulla questione legata allo stadio San Mauro. Di seguito le dichiarazioni rilasciate dal sindaco Carfora all’evento: “Questa è una manifestazione importante, perché dopo 22 anni abbiamo una società con dei giovani che si sono presi un impegno sostanzioso e difficile, ai quali noi auspichiamo tutto il bene. Sulla questione dello stadio, noi purtroppo abbiamo dovuto rifare gli spogliatoi. Spogliatoi che erano già stati ristrutturati ma che poi sono stati vandalizzati: è stato portato via rame e tutto quello che c’era. In 15-20 giorni finiremo gli spogliatoi, che ci sono costati una cifra di 60 mila euro. Nei prossimi tre mesi cercheremo di completare lo stadio: a Natale faremo l’inaugurazione. Abbiamo preso anche un impegno che manterremo certamente, ovvero l’installazione delle nuove luci per permettere gli allenamenti serali. Da parte nostra c’è la massima disponibilità: noi siamo i primi supporters del Casoria Calcio. Da ex arbitro, spero che i tifosi di Casoria prenderanno un premio come la tifoseria più corretta e leale che ci sia in Campania”.
Dal canto nostro ci auguriamo che la rinascita del Casoria Calcio possa procedere senza intoppi e che la squadra torni ai suoi fasti passati, quando arrivò a militare in Serie C2. E soprattutto che l’enorme clamore mediatico per il legittimo entusiasmo non serva a celare le precarie condizioni della città. Un città pronta ad investire 60 mila euro per ristrutturare spogliatoi, ma incapace di interventi di riqualifica delle strade degni di questo nome o di combattere l’ormai dilagante criminalità che sta trasformando Casoria in un vero e proprio far west.

Articolo precedenteErpisa 2014: tante novità dal mondo dei rettili e degli anfibi
Articolo successivoNapoli stenta anche col Palermo, finisce 3 a 3. E’ crisi.
Classe 91. Giornalista pubblicista e studente di Lettere moderne presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Vicedirettore presso Il Giornale di Casoria (con cui collabora dal 2012), giornalista e social media manager Fantagazzetta. L'energia, l'impegno, la responsabilità e l'ottimismo sono e sempre saranno il mantra della mia attività di giornalista, considerando i traguardi non come punti di arrivo, ma come stimoli che inducano a dare sempre il massimo.