Home Sport Il secondo poker in 4 giorni fa sognare Napoli

Il secondo poker in 4 giorni fa sognare Napoli

199
0

Nel giro di 4 giorni, il Napoli cala il secondo poker, dopo i 4 gol segnati all’Udinese, il Napoli si ripete a Marassi contro la Samp. Percorso netto, 2 punti di vantaggio sulle milanesi, ma è troppo presto per decretare sentenze anche se una prima analisi, molto positiva, si può fare.

Il calendario non era difficilissimo a parte la sfida contro la Juve, ma il Napoli ha convinto e stravinto nelle ultime due gare, portando il morale alle stelle e la consapevolezza di chi sa che può fare. Spalletti ha ridato fiducia ad una squadra che è rimasta la stessa di un anno fa, con il solo innesto di Anguissa, dato nemmeno titolare in attesa di Demme. Intanto il Napoli vola a vele spiegate verso un futuro che si prevede fatto quantomeno di combattività in testa alla classifica. Le milanesi e la Roma sembrano bene attrezzate e la Juve sicuramente tornerà prepotentemente a dare fastidio.

Le due trasferte hanno certamente confermato che il Napoli si trova meglio negli spazi aperti, contro il Venezia alla prima e contro la Juve qualche difficoltà in più si era avuta, ma quando le altre squadre permettono il Napoli sa far male. Ieri ancora una volta a sbloccare il match, è stato Osimhen, che prima ha fallito una ghiotta occasione a tu per tu con Audero, poi si è rifatto su assist di Insigne, approfittando di un errore del portiere blucerchiato. Il gol al 10’ ha permesso a Spalletti di fare esattamente la partita che voleva, ovvero approfittare di una Samp inevitabilmente scoperta a caccia del pareggio.

Prima del raddoppio, il Napoli ha rischiato il gol del pareggio negato dal bravissimo Ospina, che sul tiro di Silva ha letteralmente compiuto un miracolo e su un colpo di testa di Yoshida.

Invece il Napoli al secondo affondo pericoloso, raddoppia: Insigne servito dalla destra appoggia dietro a Ruiz che con un piatto preciso al millimetro insacca nell’angolino.

Il Napoli disputa la partita che voleva e nella ripresa ha tutti gli spazi per dilagare, Lozano mette dentro due palloni dalla sinistra, il primo permette a Osimhen di segnare la doppietta personale, il secondo è per Zielinski che cala il poker

Certo la strada è lunga, ma i presupposti per sognare ci sono. Domenica il Napoli ospiterà il Cagliari dell’ex Mazzarri al Diego Armando Maradona.

Articolo precedenteVigile suicida, in lutto la Polizia Locale
Articolo successivoI segreti racchiusi nella Praga d’oro
Raccontare quello che accade senza dare giudizi, senza cedere alle pressioni, probabilmente non è il giornalismo dei giorni nostri, ma è sicuramente dare il giusto servizio ai lettori. Vive a Casoria, scrive, fotografa, sogna.