Nel mese di giugno 2017, nasce l’idea di creare un premio letterario per divulgare non solo la cultura della legalità, ma che ricordasse le vittime innocenti delle mafie. iniziando da Falcone e Borsellino.  La 1° edizione del concorso si svolge il 20 gennaio 2018 a Giugliano in Campania, presso la biblioteca comunale. L’evento fu presentato da Ida Piccolo, con la presenza del sindaco della città Antonio Poziello e l’onorevole regionale Antonella Ciaramella. Parteciparono numerosi autori proveniente da ogni città italiana. Furono ricordati le vittime innocenti della camorra, Mena Morlando, Car. Salvatore Nuvoletta, Gelsomina Verde e Don Peppe Diana. Inoltre ricordammo la piccola Fortuna, barbaramente uccisa nel parco Verde di Caivano. Con un comitato d’onore d’eccellenze, dal magistrato catello Maresca al giornalista Sandro Ruotolo. Da Don Aniello Manganiello, prete anticamorra all’attore di “posto al sole”, Cosimo Alberti. L’avventura continua.  La 2° edizione del concorso si svolge il 1 dicembre 2018 a Casoria NA, presso il teatro Ateneo, in memoria del carabiniere Salvatore Nuvoletta. L’evento fu presentato dall’attore Thomas Mugnano. Anche questa edizione fu un successo meraviglioso. Ricordammo altre vittime innocenti della camorra, da Andrea Nollino, ucciso il 26 giugno 2012 da un proiettile vagante mentre lavorava nel suo bar. Vittorio Rega, ragazzo incensurato di baiano AV, ucciso per uno scambio di persona il 30 luglio 1996 a Maddaloni CE. Antonio Di Bona, originario di Casal Di Principe, ucciso il 6 agosto 1996 a Villa Literno CE, perché testimone oculare di un agguato camorristico. Oltre alla premiazione di numerosi autori, poeti e scrittori. Furono premiati per l’impegno dato alla legalità, il fotografo Augusto Di Meo, l’uomo che denunciò il killer di Don Peppe Diana.
Lo scrittore Paolo Miggiano, da sempre racconta la vita delle vittime innocenti della criminalità. L’avvocato Giovanni Zara, difensore dei familiari di vittime innocenti delle mafie. Premio alla carriera al Dott. Salvio Zungri, per il suo impegno professionale e sociale. La 3° edizione del concorso si svolge il 30 marzo 2019 nella sala consiliare del comune di Melito Di Napoli, con il patrocinio della regione Campania e comune di Melito. Qui si ringrazia in modo particolare il sindaco Dott. Antonio Amente per la propria disponibilità. Qui c’è stata una forte partecipazione di poeti e scrittori, ogni testo raccontava una storia emozionante. Abbiamo ricordato una vittima innocente della ‘Ndrangheta. Lea Garofalo, la donna che piegò il sistema mafioso del suo ex compagno. Rapita, torturata e poi uccisa a Milano nel 2009, dal suo compagno. A ricordarla c’era sua sorella Marisa. Abbiamo ricordato un ragazzo di Melito, vittima innocente di camorra, ucciso per uno scambio di persona l’11 gennaio 1994. Abbiamo ricordato Giuseppe Parretta, un ragazzo perbene di Crotone, ucciso per mano di un criminale senza scrupoli, l’11 gennaio 2018. Inoltre abbiamo ricordato una vittima innocente di femminicidio, Stefania Formicola, uccisa il 19 ottobre 2016 dal marito perché non accettava la separazione. L’uomo è stato condannato all’ergastolo. L’evento della 3° edizione fu presentato dalla poetessa Raffaela Trusciglio. Furono premiati per la legalità il giornalista Nando Troise, direttore del giornale Casoria Due e il Criminologo Domingo Magliocca. A quest’ultimi i premi furono offerti dal comune di Trezzano Sui Navigli MI. Dopo il successo di Melito, nasce il sito www.unitiperlalegalita.it. Un modo per far crescere di più il concorso letterario e divulgare in maniera professionale il bando per partecipare alla quarta edizione.  Il premio è stato ideato dal poeta di Casoria, Francesco Gemito. Lo stesso che invita tutti a visitare il sito del premio per partecipare alla 4° edizione del concorso letterario. Possono partecipare poeti, scrittori, giornalisti, in che modo? Visita il sito.

Francesco Gemito

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •