Una raccomandazione: attenzione ai fake e ai messaggi falsi che arrivano sulle caselle di posta elettronica. Molte persone sono state già truffate e non è certo difficile cascare nel tranello.

In pratica funziona così: arrivano in posta, a volte anche come mail prioritaria, delle false allerte di aggiornamento dati necessari, dati bancari, postali o della stessa mail spesso collegata a un conto, asserendo che se non si effettua sarà bloccato il conto o la stessa casella.

Chiaramente la persona ignara esegue le istruzioni ed ecco che da questo momento scatta la trappola. Inserendo i propri dati personali, il fake si impossessa dei dati del conto corrente o delle password internet per accedervi, controllandolo, spendendo e derubando.

Molto difficile poi rintracciarli, dato che si nascondono sotto falsi siti di poste italiane o altro. Dunque unica accortezza è di non cascarci, cestinare subito chiunque, anche se vi sembra “onesto”, chieda di aggiornare i dati attraverso internet.

Ovviamente, se davvero una cosa del genere fosse necessaria, la posta invierebbe la richiesta con una lettera, e qualsiasi altro ente avviserebbe con una telefonata o altri mezzi: insomma nessuno, a meno che non voglia derubare, richiede dati personali o aggiornamenti contattando l’utente in posta elettronica!

 

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •