Le stelle cadenti, da sempre simbolo di presagio per le popolazioni, hanno affascinato l’uomo a tal punto da fargli esprimere dei desideri ogni volta che se ne vede una.

Nonostante negli ultimi secoli la scienza abbia sfatato i miti riguardanti astri e significati nascosti nelle stelle, continuiamo ad esprimere un desiderio davanti ad una stella cadente.

La manifestazione, intitolata “Il Parco dei Desideri”, che si terrà il 12 agosto, organizzata da A.S.D. Volley Casoria, Atma Vichara, AMO Casoria, Associazione I’Mobility mira a sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza della valorizzazione del verde pubblico, della lotta all’incuria ambientale e della coesione sociale per la promozione territoriale.

L’incontro si svolgerà completamente all’interno del parco cittadino considerato un vero POLMONE VERDE per la città di Casoria.

Programma della manifestazione: – nel pomeriggio – si praticherà lo YOGA, e si trascorrerà del tempo all’aria aperta all’insegna del benessere fisico. – in serata – momenti di convivialità con scambio di vivande e discorsi sotto le stelle.

I partecipanti sono invitati a munirsi di tappetini, abbigliamento comodo e a raggiungere il Parco a piedi o in bici.Sono inoltre invitati a munirsi di colazione a sacco. È gradita la preparazione di vivande da condividere con chi partecipa all’evento; il tutto sarà totalmente gratuito.

“Spinti dall’idea romantica che qualcosa che noi desideriamo si potrà avverare proprio grazie a quella stella e alla certezza dei percorsi attivi proprio nel Parco, saremo lì a manifestare ancora una volta tutte e tutti insieme il nostro desiderio di un Parco pubblico e aperto alle istanze sociali” recita l’invito che estendiamo volentieri a tutti coloro che sono ancora in città.

Questo romanticismo ci da l’opportunità di aprire di nuovo una parentesi sul Parco che ci auguriamo presto riviva grazie anche ad eventi del genere.

L’area ex aereonautica, fu acquisita gratuitamente al patrimonio comunale durante l’amministrazione Carfora, insieme ad altri beni appartenenti all’Agenzia del Demanio e oggetto attualmente di un’esperienza di “cantiere partecipativo” che coinvolge cittadini semplici, associazioni e scolaresche partita nel 2015 nell’ambito del programma europeo URBACT III: un progetto che porterà alla trasformazione dell’ex area militare di via Michelangelo in un parco urbano.

Una “rivoluzione” tuttora in progress: allo stato attuale sono stati aggiudicati in via definitiva i lavori di realizzazione dei servizi igienici nel piccolo edificio all’ingresso, alla ditta Afiero srl per complessivi € 60.293.

Successivamente alla verifica dei requisiti è stato sottoscritto il contratto di appalto nei giorni scorsi.

Sono stati inoltre spesi circa € 55.000 dal comune per piantumazione e messa a dimora alberi, allacci idrici oltre poi gli oneri di smaltimento ed iva di circa € 23.000.

Di grande interesse è la riqualificazione dell’intero margine sud con la circumvallazione esterna e la realizzazione di un percorso pedonale lungo circa 600 metri, tali opere saranno a carico della soc. GLOBO s.p.a. in attuazione di specifica convenzione in corso di definizione.

Da ultimo, non certo per importanza, è stata attuata una manifestazione d’interesse a privati per la realizzazione di panche ed altre attrezzature in legno, su progetto, da sistemare all’interno del parco.

Esprimiamo tutti un unico grande desiderio: un parco urbano dei cittadino oltre che della città.

Condividi su
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •