casilloVincenzo De Luca, candidato governatore alla Regione Campania, incontra i suoi sostenitori presso l’auditorium della scuola media statale Ludovico da Casoria. Dopo aver fatto un giro “turistico” alla discarica Cantariello, voluta sul nostro territorio dalla giunta di centro-sinistra di Giosuè De Rosa, e aver visitato il museo CAM, oggi divenuto privato e con una discutibile gestione della struttura da parte dell’ente comunale, il politico salernitano ha incontrato qualche imprenditore locale prima di “abbracciare” i suoi sostenitori che lo attendevano trepidanti nella sala della scuola. Accanto a lui l’assessore Tommaso Casillo, il sindaco di Casoria Vincenzo Carfora, il segretario provinciale dei democratici Venanzio Carpentieri, quello regionale Assunta Tartaglione e Gennaro Migliore deputato Pd.

Tuttavia, Vincenzo De Luca, non è stato accolto dai consiglieri comunali del Partito Democratico di Casoria, tutti assenti, chiara prova del contrasto, degli stessi, con la politica di governo messa in atto dalla coppia Casillo – Carfora. Lo slogan pensato da De Luca “Mai più ultimi”, purtroppo, calza a pennello per la nostra città di Casoria che è ultima in infrastrutture, lavoro e politiche sociali. Una città che ha dovuto subire, in questi anni, la mortificazione di una classe politica senza idee, con una gestione deficitaria, che non è riuscita a risolvere i suoi problemi cronici.

Casoria Mai più ultima, sarà questo, forse, il prossimo slogan elettorale, usato da qualche politico di lungo corso che cercherà di ricostruirsi una nuova verginità politica. Noi, ovviamente, speriamo e ci auguriamo di vedere una città pronta ad alzare la testa. Dobbiamo essere cittadini consapevoli, in grado di scegliere, autonomamente, la persona degna della nostra fiducia e chiamata ad essere il prossimo governatore della regione Campania. Non fatevi ingannare ancora una volta da chi vi offre false illusioni, ricordate che gli interessi dei singoli, in questi anni, sono stati calpestati, umiliati e derisi. Casoria ha sempre avuto la caratteristica di essere vista come la città serbatoio di voti, una vetrina per uomini e donne in cerca di visibilità, che amano “sfruttarla” a proprio uso e consumo. Il candidato governatore De Luca ha ribadito che in Campania “ci sarà una rivoluzione, cambierà tutto“, ecco, partiamo da Casoria, dal modo di gestire la res pubblica, dalle scelte politiche e di governo che, oggi, siamo costretti a subire. Il candidato del Pd che afferma “Via i partiti dalla sanità” è a conoscenza della situazione delle Asl dei nostri territori? Lui che rincara la dose dicendo che serve il lavoro “per dare la possibilità di vivere a testa alta” dov’era (intendiamo le sue idee) quando occorreva battersi per le aree dismesse, simbolo di una città dove il riscatto non può essere raccontato con le solite frasi fatte, ma con una rivoluzione, quella vera.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •