Home Sport Il Napoli stenta a decollare in campionato, la piazza riuscirà ad aspettare...

Il Napoli stenta a decollare in campionato, la piazza riuscirà ad aspettare Sarri?

114
0

sarri e de laurentiisAndato via Benitez, al suo posto ecco Sarri! Così possiamo intitolare la stagione del Napoli targata 2015/16, da un calcio europeo a un calcio provinciale, sul quale il caro De Laurentiis (contestato non poco dalla tifoseria azzurra per un mercato non molto prosperoso) si è voluto affidare. Una scommessa che può risultare tanto vincente quanto rischiosa, visto che prendere un allenatore che fino a poco fa era all’Empoli (con tutto il rispetto per l’Empoli) e catapultarlo in un’altra realtà come Napoli, dove le ambizioni sono ben diverse, rispetto ad acquisire una salvezza tranquilla, è una mossa alquanto azzardata. L’inizio di campionato stentato, con appena 2 punti in tre partite, 5 goal fatti e 6 subiti, ne fanno una prova tangibile che Maurizio Sarri va aspettato prima di essere giudicato o trarre delle conclusioni affrettate. Ma una piazza così esigente come Napoli, è in grado di aspettare? Permetterà al buon Sarri di lavorare in un clima sereno e tranquillo? Domande da un milione di dollari, dato che iniziano a serpeggiare i primi malumori tra gli ambienti partenopei. Lo scetticismo iniziale da parte dei tifosi napoletani sul tecnico toscano torna a farsi sentire in maniera assordante. Ma analizzando attentamente le tre partite disputate sinora, con: Sassuolo, Sampdoria ed Empoli, si è notato a sprazzi il calcio che intende praticare Sarri, ovvero gestione della palla, pallino del gioco in mano e soprattutto tocchi di prima senza trattenere troppo la palla. Allo stesso tempo c’è sempre da sottolineare il tendine d’achille del Napoli, che è ormai risaputo, la difesa! I 6 goal presi sinora sono sempre colpa di Benitez, come la maggior parte della critica erroneamente sosteneva fino a qualche mese fa o i giocatori stessi non sono proprio di qualità eccelsa? Certamente non giova a favore di Sarri, cambiano gli interpreti ma il problema persiste. Fortunatamente quest’anno il problema tenderà ad attutirsi grazie a Reina, una vera garanzia! Rafael e Andujar (prestato all’Estudiantes) con tutto il rispetto, insieme non valgono Reina. Il carisma, la personalità, l’essere leader, sono elementi che contraddistinguono il portiere spagnolo e che sono mancati terribilmente la passata stagione. Le prossime partite saranno decisive per capire questo Napoli dove vuole e può arrivare, partendo già da giovedì, dove Sarri debutterà in Europa ospitando al San Paolo i belgi del Bruges. Poi Lazio, Carpi, Juventus, Milan e Fiorentina in campionato, con Lazio, Juventus e Fiorentina in casa; ci diranno cosa il Napoli può dare e fare. Anche se verosimilmente dobbiamo rimandare tutto a novembre per avere più chiarezza al riguardo, sul Napoli e su Sarri, staremo a vedere!