Home Sport Il Napoli rallenta e subisce la rimonta del Sassuolo: 2-2 e Milan...

Il Napoli rallenta e subisce la rimonta del Sassuolo: 2-2 e Milan e Inter accorciano la classifica

224
0

Dopo la roboante e convincente vittoria per 4-0 contro la Lazio, il Napoli pareggia 2-2 con il Sassuolo rischiando addirittura di perderla quando il Sassuolo ha completato la clamorosa rimonta. Il VAR ha richiamato l’arbitro che ha confermato il fallo su Rrahmani annullando la rete vittoria degli emiliani. Partita equilibrata nel primo tempo che si chiude a reti bianche, con il Napoli che fa la partita ancora con Mertens terminale offensivo supportato da Insigne, Lozano e Zielinski. Prima il polacco e poi il capitano Insigne, provano a sorprendere Consigli che però non si fa superare. Sull’altro fronte grande giocata del difensore Ferrari che fa una cosa da attaccante in area, Ospina però riesce a salvare il risultato.

La ripresa vede in campo Elmas al posto di Insigne acciaccato: subito il Napoli protagonista, al sesto quando Mertens in pressing ruba una palla che arriva a Zielinski che serve al limite Fabian Ruiz: solito mancino preciso che si insacca.  A questo punto il match, finalmente sbloccato, diventa avvincente. I partenopei possono giocare in spazi più ampi e si vede subito 8 minuti dopo quando Zielinski, ancora decisivo in veste di uomo assist, serve Mertens che con un delizioso controllo e tiro al volo mette dentro la palla del 2-0 Sembra fatta ma il Sassuolo non molla. Il belga lascia il posto a Petagna, così come Fabian Ruiz (non al meglio) lascia per Politano, guarito dal coronavirus.

Proprio quando il Napoli assaporava l’ennesima vittoria in questo esaltante avvio di stagione, un gran gol di Scamacca la riaccende: stop e violentissima girata che non lascia scampo a Ospina al 72′. A questo punto il Napoli ha il demerito di abbassarsi troppo sotto la foga del Sassuolo. Si infortuna Koulibaly (dentro Juan Jesus) e all’89’ arriva la beffa: Berardi pennella una punizione dalla trequarti, Ferrari svetta più in alto di tutti e fa 2-2.

Finale pieno di emozioni: espulso anche Spalletti per proteste all’indirizzo dell’arbitro Pezzuto che, pochi secondi dopo, annulla al Var la rete di quello che sarebbe stato il 3-2 neroverde con Defrel. Due punti persi o un punto guadagnato? Domenica si ritorna in campo al Maradona contro la temibile Atalanta, con Osimhen e Anguissa sicuramente fuori e Koulibaly, Insigne e Ruiz da valutare.

Fonte foto: La Repubblica

Articolo precedenteCelebrati solennemente quattro secoli dalla prima messa nella Basilica…
Articolo successivoMarciapiedi nuovi già rovinati al Viale Olimpico
Raccontare quello che accade senza dare giudizi, senza cedere alle pressioni, probabilmente non è il giornalismo dei giorni nostri, ma è sicuramente dare il giusto servizio ai lettori. Vive a Casoria, scrive, fotografa, sogna.